Una foto ricordo della sonda Juno alla Terra

MeteoWeb

Journey To JupiterUno spicchio di Terra sullo sfondo nero dello spazio: e’ la ‘foto ricordo’ che la sonda della Nasa Juno si e’ ‘portata via’ durante il suo avvicinamento al nostro pianeta, avvenuto il 9 ottobre scorso. L’immagine, ancora ‘grezza’, cioe’ non lavorata, e’ stata diffusa dalla Nasa attraverso Twitter perche’ il sito internet dell’agenzia spaziale americana e’ ancora chiuso per lo shutdown. La foto e’ stata scattata con la fotocamera JunoCam mentre la sonda si avvicinava al nostro pianeta per ricevere la spinta gravitazionale necessaria a farla correre piu’ spedita verso il suo obiettivo che e’ Giove. La manovra e’ andata bene, anche se durante l’avvicinamento c’e’ stata un po’ di suspense perche’ la sonda e’ entrata in safe mode, modalita’ provvisoria, lo stato di protezione in cui entra un veicolo spaziale quando rileva un problema. JunoCruiseTraj_20130815-421x580Ancora non si sa perche’ la sonda sia entrata in questa modalita’, secondo gli esperti la causa potrebbe essere stata proprio l’avvicinamento che rappresenta una manovra insolita. Durante l’incontro ravvicinato, la sonda aveva in programma alcune riprese del nostro pianeta per realizzare un filmato del sistema Terra-Luna, che sara’ il primo a mostrare la Terra mentre ruota sul suo asse a distanza. Si e’ trattato di un’osservazione reciproca dal momento che la sonda e’ stata osservata e fotografata durante l’incontro con il nostro pianeta anche con piccole attrezzature. Con la manovra di due giorni fa, Juno ha ormai superato la soglia di 1,6 miliardi di chilometri dal lancio avvenuto nel mese di agosto 2011. Scopo della missione e’ studiare le caratteristiche di Giove, in particolare Juno esplorera’ le piu’ potenti aurore del Sistema Solare volando direttamente attraverso i sistemi di corrente elettrica che li generano.