Vasta ondata di calore attesa per la terza decade di Ottobre, coinvolgerà buona parte del vecchio continente

MeteoWeb

02Fino ad ora la stagione autunnale sta presentando delle fasi altalenanti dettate da una circolazione troposfera, alle quote medio alte, ancora piuttosto ondulata e con frequenti rallentamenti del “getto polare”, imposti dallo sviluppo di ampi promontori anticiclonici dinamici, disposti lungo i meridiani. Analizzando le mappe per il medio e lungo termine, crescono le prospettive per l’avvento, nel corso della settimana, di una estesa avvezione d’aria calda, di matrice sub-tropicale continentale, che dall’entroterra desertico algerino e dalla Libia si estenderà a tutto il bacino centrale del Mediterraneo, elevandosi addirittura fin sull’Europa centro-orientale, al di là della barriera alpina e delle Alpi Dinariche. Questa ondata di calore, che determinerà un brusco rialzo dei valori termici su una larga fetta del continente, dalla Germania fino alla Romania e all’Ucraina, verrà esacerbata dall’affondo di una strutturata saccatura oceanica, di tipo “V-Shaped”, fino al Portogallo e alla Spagna, con un asse parzialmente obliquo che si verserà con il proprio margine più meridionali fino all’entroterra del Marocco. Ciò favorirà la risalita, lungo il bordo più orientale della saccatura, di masse d’aria molto calde e secche che si muoveranno fin verso l’area alpina, parte della Mitteleuropa, la regione carpatico-danubiana, i Balcani.