Allerta Meteo della protezione civile: “forte maltempo e freddo in arrivo” [MAPPE e BOLLETTINO]

MeteoWeb

Logo_protezione_civile_nazionale_200x200Una perturbazione di origine atlantica transiterà sul nostro Paese, determinando condizioni di spiccata instabilità a partire dalle regioni settentrionali, specie quelle nord-orientali. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimen to della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede dalle prime ore di domani, sabato 9 novembre, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul Friuli-Venezia Giulia. I fenomeni potranno dare luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

09112013_domani_d0IL BOLLETTINO PER DOMANI, SABATO 9 NOVEMBRE 2013:

Precipitazioni:
– diffuse e persistenti, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori orientali del Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati da elevati a puntualmente molto elevati;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto del Friuli Venezia Giulia e su settori alpini e prealpini centro-orientali della Lombardia, Trentino Alto Adige, settori alpini, prealpini e di pianura settentrionale del Veneto, Liguria centro-orientale, Appennino emiliano ed alta Toscana, con quantitativi cumulati generalmente moderati, fino a puntualmente elevati sui settori prealpini orientali lombardi, sull’Alto Adige e sui citati settori di Veneto e Friuli Venezia Giulia;
– sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto di Lombardia e Veneto, sul Piemonte settentrionale e sulla pianura emiliana occidentale, con quantitativi cumulati puntualmente moderati;
– sparse, localmente anche a carattere di rovescio, sui restanti settori della Toscana e su Piemonte orientale, Valle d’Aosta, Umbria, Lazio, Campania e settori occidentali di Abruzzo, Molise e Sardegna, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: sui settori alpini inizialmente al di sopra dei 2000/2200 m, in calo fino ai 1300/1500 m, in ulteriore diminuzione in serata, specie sui settori orientali.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza variazioni significative.
Venti: forti o di burrasca sud-occidentali, specie nella seconda parte della giornata, su Golfo Ligure, alta Toscana, Sardegna settentrionale e lungo la dorsale appenninica settentrionale ed umbro-marchigiana, con raffiche di caduta sulla Romagna.
Mari: molto mossi, tendenti ad agitati, il Mar Ligure ed i bacini circostanti le Bocche di Bonifacio; molto mossi il Tirreno centro-settentrionale ed il Mar di Sardegna; localmente molto mosso l’Adriatico settentrionale.

10112013_dopodomani_d0IL BOLLETTINO PER DOPODOMANI, DOMENICA 10 NOVEMBRE 2013:

Precipitazioni:
– diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lazio centro-meridionale, settori tirrenici di Campania, Basilicata, Calabria e settori settentrionali della Sicilia, con quantitativi cumulati da moderati a puntualmente elevati;
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Lazio e Campania e su Toscana, Umbria, settori occidentali di Abruzzo e Molise, con quantitativi cumulati da deboli a moderati;
– da isolate a sparse sul resto del Centro-Sud e sulla Romagna, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: sui settori alpini inizialmente al di sopra dei 1300/1500 m, con tendenza ad ulteriore calo.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in generale diminuzione nei valori massimi e nelle minime serali.
Venti: forti o di burrasca dai quadranti occidentali, tendenti a disporsi da nord-ovest, su Liguria, Sardegna, Toscana, Lazio, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia, con raffiche di burrasca forte da nord-ovest sulla Sardegna e da settentrione sulla Liguria; tendenti a forti dai quadranti settentrionali sull’alto versante adriatico e sulle Marche, in ulteriore rinforzo da nord-est durante la successiva nottata; tendenti a forti o di burrasca nord-occidentali su tutto l’arco alpino, con raffiche di Foehn nelle valli e sulla Pianura Padana; forti sud-occidentali lungo la dorsale appenninica centro-settentrionale, tendenti a ruotare da nord con ulteriori rinforzi fino a burrasca dalla serata.
Mari: da molto mossi ad agitati i bacini occidentali, fino a molto agitati Mar di Sardegna, Tirreno centro-settentrionale e Mar Ligure al largo; tendente a molto mosso in serata l’Adriatico settentrionale.