Allerta Meteo: forte maltempo per 2 giorni, poi l’ultimo sbuffo anticiclonico prima del freddo. Tutti i dettagli

/
MeteoWeb

00

Sta arrivando sull’Italia la perturbazione Atlantica che determinerà il brusco peggioramento delle prossime ore: sarà un’ondata di maltempo veloce ma intensa con piogge e temporali su quasi tutte le Regioni italiane tra lunedì pomeriggio e mercoledì mattina, ma anche forti venti e intense mareggiate. Poi tornerà il sole e di giorno continuerà a fare caldo per tutta la seconda metà della settimana a causa di un altro sbuffo dell’anticiclone delle Azzorre sul Mediterraneo centro/occidentale. Sarà, però, l’ultimo prima dell’arrivo del freddo che arriverà tutto in una volta a ridosso di metà mese, quando l’autunno che fin qui è sembrato più che altro un prolungamento dell’estate, si trasformerà immediatamente in un’introduzione dell’inverno. Ma andiamo con ordine.

01LUNEDI’ 4 NOVEMBRE – Il peggioramento arriverà sull’Italia nel corso della giornata di lunedì 4 novembre, dapprima in sordina nelle ore mattutine con qualche pioggia al centro/nord, poi in modo più veemente nel pomeriggio/sera quando forti temporali si formeranno nel mar di Sardegna e nell’alto Tirreno e colpiranno dapprima Corsica, Liguria di levante e alta Toscana, poi in serata anche il nord/est, la Sardegna e tutto il resto della Toscana in estensione verso il Lazio nella notte. Potranno verificarsi fenomeni estremi come trombe d’aria, grandinate e nubifragi con picchi di oltre 100120mm nelle zone più colpite, e quindi con conseguenti allagamenti e frane. Attenzione anche ai forti venti occidentali, in intensificazione nella serata, con mareggiate sulle coste esposte. Al centro/sud, invece, sarà ancora una tiepida giornata di sole.

02MARTEDI’ 5 NOVEMBRE – Il maltempo si sposterà nelle Regioni centro/meridionali nella notte tra lunedì e martedì, con una spettacolare squall-line temporalesca che attraverserà tutto il basso Tirreno verso Campania, Calabria e Sicilia che saranno le Regioni più colpite dal maltempo e dai temporali nella giornata di martedì, con nubifragi (anche qui picchi di oltre 100120mm tra Campania e Calabria tirrenica) e possibili trombe d’aria. Ancora rovesci in Sardegna e su tutto il resto del centro/sud, mentre ci sarà un miglioramento al centro/nord eccezion fatta per l’area alpina dove avremo nevicate anche intense nelle zone di confine e in modo particolare tra Francia e Valle d’Aosta. Quella di martedì sarà anche la giornata “clou” del peggioramento in termini di mari e venti: il maestrale arriverà a soffiare fino a forza 10 sulla Sardegna con raffiche molto intense su gran parte d’Italia e in modo particolare al centro/sud. In molte località, dove il litorale sarà esposto a ovest e nord/ovest, si verificheranno intense mareggiate. Attenzione in Puglia, dove potranno verificarsi temporali localmente molto forti a causa degli accesi contrasti termici dopo il caldo record di queste ore con +29°C a Bari. Nella notte successiva e poi nelle prime ore di mercoledì 6 avremo gli ultimi fenomeni residui al sud con piogge e rovesci tra Puglia, Campania, Calabria e Sicilia, accompagnate ancora da venti tesi di maestrale, ma nel corso della giornata di mercoledì le condizioni meteo si ristabiliranno e nel pomeriggio tornerà a splendere il sole un po’ ovunque.

11L’ULTIMO SBUFFO DELL’ANTICICLONE E POI IL FREDDO – Proprio a partire da mercoledì 6, l’anticiclone delle Azzorre sarà protagonista di un altro sbuffo caldo sul Mediterraneo centro/occidentale: per tutta la seconda metà della settimana, fino a sabato 9 quando torneranno le piogge al nord, splenderà il sole un po’ ovunque con qualche nebbia e foschia al centro/nord, e le temperature torneranno ad essere elevate in modo particolare nelle ore diurne al centro/sud, complice il forte soleggiamento. Ma nel weekend avremo un nuovo peggioramento al centro/nord a causa di un’altra perturbazione Atlantica che stavolta sarà più intensa e duratura e che nei primi giorni della prossima settimana si estenderà anche al centro/sud portando sull’Italia anche il primo vero freddo della stagione. Un freddo che arriverà all’improvviso, tutto in una volta, e che potrebbe durare a lungo come “compensazione” dell’eccezionale anomalia di caldo che abbiamo avuto nelle ultime settimane, da metà ottobre fino ad ora (e non è finita). Attenzione, quindi, che quest’autunno così bizzarro potrebbe vedere immediatamente il passaggio del testimone dall’estate all’inverno, senza fasi intermedie… Ma di questo parleremo nei prossimi aggiornamenti, adesso è ancora troppo presto per soffermarci su tali dettagli ed è preferibile concentrarsi sul peggioramento delle prossime ore.

OCCHIO AL NOWCASTING – Per monitorare la situazione meteorologica in diretta seguite le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satelliti, situazione, fulminazioni, radar e webcam. E’ fondamentale per avere un controllo totale sulla situazione meteo minuto per minuto. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.