Allerta Meteo: lunedì inizia una settimana polare, freddo record e neve sulle spiagge del Sud!

/
MeteoWeb

netcamL’Italia è già stretta in queste ore nella morsa di freddo e maltempo: a Roma diluvia da stamattina e al momento ci sono appena +7°C, piove anche a Milano con +6°C, copiosamente su tutto il nord/est e in pianura Padana con +9°C a Udine e Padova, +5°C a Cuneo e Piacenza; pioggia anche in Sardegna dove nevica a bassa quota mentre a Olbia piove con appena +8°C, forti temporali al sud con +10°C a Napoli, +9°C a Salerno, +8°C a Cosenza, +10°C a Trapani e Palermo. Sui rilievi appenninici sta nevicando copiosamente, soprattutto in Emilia Romagna ma anche in Sardegna, nel Lazio, in Campania e in altre Regioni.
ImmagineNonostante siamo ancora a novembre e questo sia un freddo anomalo per il periodo, è ancora niente in confronto a quello che arriverà nei prossimi giorni quando, tra lunedì 25 e giovedì 28 novembre, per 4 lunghi giorni, l’Italia sarà interessata da un’ondata di gelo artico davvero eccezionale per il periodo. Le temperature inizieranno a diminuire rapidamente nella giornata di lunedì in modo particolare al centro/nord e nelle Regioni Adriatiche, mentre forti venti di bora e grecale si attiveranno su tutte le Regioni centro/meridionali dove continuerà ad imperversare il maltempo con nevicate dai 600700 metri in sù nell’Appennino centrale e dai 1.200 in sù in quello meridionale tra Calabria e Sicilia.
Immagine01Martedì 26 sarà il primo giorno di grande gelo, con picchi di -5°C in pianura Padana e -10°C nei fondovalle alpini. Anche Firenze, Roma e Perugia scenderanno per la prima volta sottozero mentre nevicherà fin sulle coste dell’Adriatico tra Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. Farà molto freddo in tutt’Italia, con temperature fino a 10-12°C sotto le medie del periodo (Bari potrebbe registrare una massima inferiore ai +4°C!), e sempre con venti sostenuti da nord/est. Mercoledì 27 raggiungeremo il picco massimo del freddo, con valori fino a -10°C in pianura Padana (e -15°C nei fondovalle alpini) dove il cielo rimarrà sempre sereno e quindi ci sarà inversione termica (stesso discorso per le Regioni centrali tirreniche, con Firenze, Roma e Perugia che piomberanno fino a -2/-3°C e altre località di Lazio, Toscana e Umbria fino a -5°C), mentre al sud continuerà il maltempo con nevicate fin sulle spiagge di Abruzzo, Molise e Puglia.
04Non sono da escludere fiocchi di neve anche tra Campania e Basilicata, seppur con scarsi accumuli, mentre le Regioni del basso Adriatico saranno le più colpite dalle precipitazioni. Il maltempo interesserà anche l’estremo sud, con precipitazioni sparse tra Calabria e Sicilia specie nelle zone tirreniche, dove la neve scenderà fino ai 200300 metri in Calabria e ai 300400 metri in Sicilia.
Giovedì 28, poi, avremo gli ultimi fenomeni nevosi residui proprio al sud, mentre continuerà ad imperversare il gelo in tutt’Italia, con temperature polari, tipiche di fine gennaio piuttosto che di fine novembre. Al sud e in modo particolare in Sicilia non è da escludere che venga battuto qualche record storico: a novembre raramente ha fatto così freddo negli ultimi 150 anni! Continuate a seguire MeteoWeb per tutti gli aggiornamenti in tempo reale: nelle prossime ore potremo