Antichi oceani di magma liquido su Marte: prima evoluzione del pianeta più complessa

MeteoWeb

clima marteMarte un tempo era attraversato da oceani di caldo e liquido magma, secondo un nuovo studio pubblicato su ‘Nature Geoscience’ che rivela che il pianeta rosso potrebbe aver impiegato piu’ tempo di quanto sinora ipotizzato per raffreddarsi. L’indagine ha utilizzato i dati del Mars Reconnaissance Orbiter della Nasa relativi ai giacimenti di minerali feldspati di colore chiaro noti come plagioclasi, correlati a processi di complesse attivita’ magmatiche che generalmente si trovano solo in due luoghi del sistema solare, la crosta superiore continentale della Terra e gli altopiani lunari, sotto forma di plagioclasi quasi puri, chiamati anortositi. I plagioclasi si formano dalla cristallizzazione sulle superficie dei laghi di magma, un processo che si pensa sia avvenuto principalmente attraverso la tettonica a placche e gli hotspot vulcanici sulla Terra e attraverso gli oceani di magma primordiale all’inizio della storia geologica della Luna. La nuova ricerca ha rilevato in otto siti distinti del Pianeta Rosso firme spettrali di plagioclasi, grazie ai dati Nasa. I risultati suggeriscono che la prima evoluzione della superficie e della crosta di Marte potrebbe essere stata molto piu’ complessa di quanto teorizzato e che il pianeta non era coperto esclusivamente da rocce basaltiche scure come pensato finora. Lo studio e’ stato condotto dallo European Southern Observatory e dal Georgia Institute of Technology.