Arriva il grande gelo e porta anche la neve: le previsioni meteo e le mappe dell’aeronautica militare per i prossimi giorni

/
MeteoWeb

ECMW_203_201311240000_ITALIA_PT@@@@@@_999@@@@@@@@@_036_012_0500Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, lunedi’ 25 novembre: – al Nord: cielo in prevalenza sereno per l’intera giornata tra valle D’Aosta, Piemonte Liguria, Lombardia e settore occidentale dell’Emilia Romagna. Durante le primissime ore del giorno, invece, ancora un po’ di nuvolosita’ tendera’ a sostare sul resto del nord risultando un po’ piu’ consistente sulla parte orientale dell’Emilia Romagna. Le precipitazioni associate a tale nuvolosita’ saranno deboli e confinate proprio all’area romagnola, risultando comunque nevose sull’Appennino tra i 500-700 metri. Rapido miglioramento gia’ in mattinata sul Triveneto mentre le precipitazioni tenderanno a permanere almeno fino al primo pomeriggio sulla Romagna.
ECMW_203_201311240000_ITALIA_PT@@@@@@_999@@@@@@@@@_048_012_0500– al Centro e Sardegna: nuvolosita’ abbastanza diffusa un po’ su tutte le regioni peninsulari con precipitazioni sparse soprattutto sulle regioni adriatiche, sull’Umbria e le zone piu’ interne di Toscana e Lazio. I fenomeni risulteranno a carattere nevoso sui rilievi intorno ai 500 metri. Nel pomeriggio si assistera’ ad un temporaneo miglioramento seguito pero’ da nuove precipitazioni tra Marche, Abruzzo, Umbria ed entroterra toscano e laziale. I fenomeni torneranno ad essere nevosi tra 300-500 metri ma con quota neve che tendera’ ad abbassarsi nel corso della notte raggiungendo marginalmente anche le aree costiere in considerazione del fatto che le precipitazioni si presenteranno sottoforma di rovescio o temporale. Sulla Sardegna nuvolosita’ irregolare a tratti intensa con rovesci sparsi intermittenti soprattutto sui settori orientali e settentrionali dell’isola. Migliora in modo deciso in serata e nella Notte.
aeronautica– al Sud e Sicilia: ancora condizioni di moderato maltempo con precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale specie sui settori tirrenici di Campania, Basilicata e Calabria, sulla parte settentrionale della Sicilia, sul Molise e Puglia centro-settentrionale. Dalla tarda mattinata i fenomeni tenderanno ad interessare anche le aree ioniche ed il Salento per poi attenuarsi dalla sera sulle regioni peninsulari. Soltanto la Calabria e la Sicilia settentrionale ed orientale vedranno piogge o locali temporali anche durante le ore notturne. Peggiora in modo piu’ deciso nella notte tra Molise e puglie centro-settentrionale. Temperature: minime in diminuzione al nord, specie Triveneto, ed in lieve aumento sul resto del territorio; massime in netta flessione sulle regioni peninsulari ad iniziare dal nord e dai settori adriatici, in tenue rialzo sulla Sicilia e sulla Sardegna meridionale. Venti: in genere dai quadranti settentrionali, forti sulle regioni adriatiche, sulla Sardegna, specie settore Orientale. Moderati, ma con decisi rinforzi sul resto del territorio specie tra Toscana, Umbria e Lazio dal pomeriggio. Mari: agitati i mari intorno alla Sardegna, il Mar Ligure a largo e l’Adriatico con tendenza a divenire molto agitati dalla sera notte il medio ed alto Adriatico ed il mar Tirreno settore ovest; molto mossi i restanti bacini, con moto ondoso in aumento serale fino ad agitato sullo Ionio.

ECMW_203_201311240000_ITALIA_PT@@@@@@_999@@@@@@@@@_060_012_0500Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni: Martedi’ 26 novembre: – al Nord: nuvolosita’ in aumento sul Triveneto e sul settore orientale dell’Emilia Romagna con deboli precipitazioni che nell’immediato entroterra romagnolo tenderanno ad assumere carattere nevoso a quote di pianura a partire dal tardo pomeriggio. Prevalenza di ampi spazi di cielo sereno sulle rimanenti regioni. – Centro e Sardegna: nuvolosita’ in deciso aumento sulle regioni peninsulari ad iniziare da quelle adriatiche con precipitazioni diffuse tra Marche, Abruzzo, Umbria e zone interne di Toscana e Lazio. I fenomeni assumeranno carattere nevoso dapprima intorno ai 200-400 metri raggiungendo marginalmente anche le coste adriatiche ma con la quota neve e’ destinata a diminuire rapidamente per interessare in modo piu’ diffuso proprio le aree costiere. Nuvolosita’ variabile sulla Sardegna ma con scarso rischio di precipitazioni. Verso sera e nottetempo ulteriore aumento delle nubi sulla parte nordorientale dell’isola. – al Sud e Sicilia: molte nubi tra Molise, Puglia, specie settore centro-settentrionale, e Campania con precipitazioni da sparse a diffuse che assumeranno carattere nevoso a quote inizialmente intorno a 400-600 metri per poi portarsi a quote piu’ basse fino in pianura sui settori adriatici. Ancora nuvolosita’ consistente tra Calabria e Sicilia con precipitazioni sparse che si attenueranno durante il pomeriggio, ma che torneranno ad interessare la parte settentrionale dell’isola assumendo anche caratteristica di temporale in serata e nella notte spazi sereni alternati a nubi sul resto del meridione. Temperature: massime e minime in ulteriore decisa diminuzione un po’ ovunque. Venti: di provenienza settentrionale su tutte le regioni: forti sulle regioni adriatiche centro-settentrionali, su Sardegna orientale e sulla Sicilia; moderati, ma con decisi rinforzi, sul resto del territorio. Mari: da agitati a molto agitati il medio ed alto Adriatico ed il Tirreno; da molto mossi ad agitati i rimanenti mari.
ECMW_203_201311240000_ITALIA_PT@@@@@@_999@@@@@@@@@_096_012_0500Mercoledi’ 27 novembre: prevalenza di schiarite al nord e tempo ancora perturbato sulle regioni adriatiche centrali e meridionali, sulla parte tirrenica meridionale e sulla Sicilia settentrionale e localmente sulla parte orientale della Sardegna e sulle aree ioniche. I fenomeni associati al maltempo saranno a prevalente carattere nevoso sulle regioni peninsulari a quote anche di pianura specie sul settore adriatico la ventilazione tendera’ a permanere settentrionale da moderata a forte specie al centro-sud. Temperature in lieve rialzo al nord, stazionarie al centro ed in ulteriore diminuzione, soprattutto le minime, al sud ed isole maggiori. Giovedi’ 28 novembre: graduale attenuazione del maltempo al centro sud con quota neve in netto rialzo e fenomeni che tenderanno ad essere sempre piu’ sparsi e confinati alla Sardegna orientale, alla Puglia, alla Sicilia alle aree tirreniche e in modo piu’ marginale a quelle ioniche. Ancora stabile sul resto del territorio, specie sulle regioni settentrionali e su quelle centrali tirreniche. Venerdi’ 29 e sabato 30 novembre: tempo ancora instabile al sud specie tra regioni tirreniche e settori ionici. Inizialmente piu’ stabile sul resto del territorio ma con deciso peggioramento al nord e poi al centro nella giornata di sabato.