Filippine nel caos più totale dopo il disastro del tifone Haiyan: situazione catastrofica

MeteoWeb

Tifone Haiyan colpisce le FilippineE’ salito a 2.344 morti accertati il bilancio ufficiale del passaggio del tifone Haiyan nelle Filippine. Lo ha reso noto il Consiglio nazionale per la riduzione dei rischi e gestione dei disastri, aggiungendo che 3.804 persone sono rimaste ferite. Settantanove, al momento, i dispersi. Un deputato della provincia Eastern Samar delle Filippine ha reso noto che 211 persone sono rimaste uccise dal tifone Haiyan nella zona e che 45 persone sono disperse. Secondo il deputato, Ben Evardone, alcuni villaggi sono stati spazzati via, con praticamente nessuna struttura rimasta in piedi. In una città, i corpi sono rimasti a terra perchè non sono arrivati aiuti per recuperarli o seppellirli. Altre città hanno effettuato sepolture di massa. “La situazione laggiù era orribile” ha dichiarato Evardone a una stazione televisiva locale. “Alcune comunità sono scomparse, interi villaggi sono stati spazzati via. Le persone gridavano Cibo!cibo!cibo quando mi hanno visto“.

Foto aeree tifone Haiyan - FilippineIL SINDACO DI TACLOBAN: “SCAPPATE” – Il sindaco di Tacloban, nelle Filippine colpite dal tifone Haiyan, ha invitato i residenti a fuggire dalla città perchè le autorità locali stanno incontrando problemi nel fornire cibo e acqua e nel mantenere l’ordine. Lo ha reso noto il New York Times. Secondo il sindaco la città ha urgentemente bisogno di camion per distribuire i soccorsi che si stanno accumulando presso l’aeroporto della città, così come attrezzature per estrarre i corpi in decomposizione dalle macerie

“E’ IL CAOS TOTALE” – “La situazione e’ catastrofica, e’ il caos totale. L’accesso e’ estremamente difficile e impedisce alle persone di ricevere aiuto“. E’ quanto sottolinea il direttore generale della sezione italiana di Medici Senza Frontiere Gabriele Eminente in merito alle conseguenze del passaggio del tifone Haiyan sulle Filippine dove le equipe di emergenza di Msf stanno cercando di raggiungere le zone piu’ colpite.
Foto aeree tifone Haiyan - Filippine“La nostra priorita’ e’ quella di raggiungere le persone nelle aree piu’ isolate”, ha spiegato Eminente mentre, secondo Natasha Reyes, coordinatrice per l’emergenza di Msf, “ci sono feriti che non hanno ancora ricevuto assistenza medica” e “con cosi’ tante case e palazzi crollati a causa dei forti venti, ci aspettiamo di assistere persone con lesioni di notevole entita'”. Gli sforzi di Msf per raggiungere la citta’ di Tacloban sono stati ostacolati dai detriti che bloccano le strade, dai danni agli aeroporti cosi’ come dai forti venti e le piogge torrenziali, evidenzia l’Ong spiegando che a Tacloban molti feriti sono stati portati proprio presso l’aeroporto, dato che le strutture sanitarie sono state danneggiate o distrutte. Un team di Msf contribuira’ a fornire assistenza proprio presso lo scalo e in un ospedale ancora funzionante mentre nei prossimi giorni il personale dell’Ong raggiungera’ le 100 unita’, spiega ancora Msf ricordando come otto aerei carichi di aiuti – tra cui materiale medico, logistico, kit igienico-sanitari – stanno per raggiungere le Filippine dai centri di smistamento dell’organizzazione.