Fisica, parla Higgs: “clamore esagerato sulla scoperta del bosone”

MeteoWeb

bosone di Higgs1La scoperta del bosone di Higgs, la cosiddetta ‘particella di Dio’, e’ stata esagerata e fatta apparire piu’ importante di quanto fosse. A dirlo lo stesso Peter Higgs, premio Nobel per la Fisica nel 2013, che ha rivelato i suoi dubbi durante l’inaugurazione della mostra al museo della scienza di Londra sull’acceleratore di particelle Lhc del Cern di Ginevra, usato per provare le teorie dello scienziato. Allo stesso evento ha preso parte un altro grande studioso, Stephen Hawking, che invece ha affermato che la scoperta di Higgs ha reso meno emozionante la fisica, rivelandone uno dei suoi ‘segreti’. ”Ero abbastanza preoccupato del fatto che l’importanza della scoperta di questa particolare particella fosse stata esagerata”, ha affermato Higgs. ”Perche’ erano state messe in secondo piano tutte le altre ricerche che l’acceleratore poteva fare e questa non mi sembrava una buona idea”. Secondo il fisico, lo Lhc sarebbe in grado di trovare la cosiddetta ‘materia oscura’, che si manifesta attraverso i suoi effetti gravitazionali, ma non e’ direttamente osservabile. Non solo, lo scienziato ha anche affermato che il suo premio Nobel, che ha gia’ condiviso col belga Francois Englert, avrebbe dovuto menzionare un terzo studioso: il britannico Tom Kibble, che aveva gia’ condotto importanti ricerche in materia. La pensa diversamente Hawking che allo stesso evento a Londra ha invece riconosciuto lo straordinario contributo di Higgs. ”Avevo scommesso con Gordon Kane della Michigan University che la particella di Higgs non sarebbe stata trovata”, ha detto. ”Il premier Nobel mi e’ costato 100 dollari”, ha aggiunto scherzando.