Freddo polare in tutt’Italia, abbondanti nevicate al centro/sud: sarà un’altra notte di passione, arriva il “clou” dell’irruzione artica

MeteoWeb

grande (1)Freddo polare e abbondanti precipitazioni nevose continuano a interessare il territorio italiano, soprattutto il centro/sud (in termini di maltempo). Il clou di questa avvezione fredda, di origine artica-marittima e poi continentalizzata, si raggiungerà nella nottata, quando in molte città e località centro-settentrionali, a causa del deposito delle masse d’aria molto fredde e pesanti nei bassi strati, le temperature scenderanno abbondantemente sotto lo zero, favorendo l’avvento delle prime vere gelate di stagione, specie sul Catino Padano, e nelle pianure e valli più interne di Toscana, Liguria, Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo. La sensazione di freddo verrà ulteriormente accresciuta dal soffio, a tratti intenso, dei gelidi venti di tramontana e grecale che continuano a sferzare l’intero centro-nord, ed in modo particolare le Marche, l’Abruzzo, il Molise, la bassa Toscana ed il Lazio, con raffiche di picco che superano anche i 70 km/h. Per tutti gli appassionati nivofili del centro/sud sarà un’altra notte di passione.
grandeSolo dalla mattinata di domani le condizioni meteorologiche tenderanno gradualmente a migliorare su quasi tutte le regioni, ma avremo altre nevicate tra Marche, Abruzzo e Molise, per l’insistenza della fredda e umida ventilazione di ritorno da N-NE che ammasserà una nuvolosità consistente lungo il versante orientale dell’Appennino, capace di dare la stura a precipitazioni intermittenti che assumeranno prevalente carattere nevoso. Come possiamo osservare nella mappa affianco, complice l’effetto “stau”, i fenomeni saranno ancora una volta abbondanti tra Marche e Abruzzo, con ulteriori accumuli lì dove già adesso c’è moltissima neve. Attenzione, inoltre, a possibili sconfinamenti nelle zone interne di Toscana, Lazio e Campania. Solo da giovedì, come già precedentemente preannunciato, ampie schiarite torneranno ad affacciarsi su tutte le regioni, grazie all’ingresso sul bacino centrale del Mediterraneo del braccio più meridionale dell’anticiclone delle Azzorre che tornerà a presentare il solito assetto zonale, disteso verso la Mitteleuropa. Per monitorare la situazione in diretta seguite le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satelliti, situazione, fulminazioni, radar e webcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.

08