L’ossigenazione dell’atmosfera e degli oceani innescò la proliferazione dei batteri sulfurei

MeteoWeb

Blizzard over Northeast USDue miliardi di anni fa l’ossigenazione dell’atmosfera e degli oceani innesco’ la proliferazione dei batteri sulfurei, che oggi si trovano nelle ‘fumarole nere’, bocche idrotermali situate sul fondo oceanico. Questi, a loro volta, furono determinanti per la formazione di fosforiti e quindi del fosforo. Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio del Gfz, German Research Centre for Geosciences, e del Norwegian Geological Survey, NGU, pubblicato sull’ultimo numero della rivista ‘Nature Geoscience’. Il fosforo e’ uno degli elementi chiave per la vita. L’analisi al microscopio elettronico di campioni della formazione rocciosa Zaonega, ricca di materiali organici, che si trova in Carelia, regione nord-occidentale della Russia, hanno rivelato che fu proprio l’attivita’ di questi batteri, associata a fenomeni di vulcanismo a influenzare pesantemente, se non a controllare del tutto, la formazione delle primissime fosforiti sulla Terra. La formazione rocciosa ha circa due miliardi di anni.