Maltempo, ancora criticità in Umbria: picchi di oltre 310mm, preoccupa il Tevere

MeteoWeb

gualdoAd un anno esatto dall’ondata di maltempo che causo’ la piena del Tevere in Umbria creando criticita’ soprattutto nelle zone di Todi e di Orvieto, la situazione si ripete. Il trend e’ in migliorameno, ma permane lo stato di allarme dichiarato dalla Regione. Il Tevere rimane un sorvegliato speciale, ma il livello, secondo la protezione civile, pur ancora molto alto, e’ in discesa. La piena e’ scivolata nelle prime ore di stamani verso il Tuderte per registrare il picco, intorno alle 11, a Montemolino, restando comunque al di sotto dello stadio di allerta 4. Precedentemente il fiume era uscito dagli argini in zone sempre piuttosto critiche come Pretola e Ponte Valleceppi. Esondazioni anche a Marsciano, nella zona di Cerro ma senza problemi per la viabilita’. Per la protezione civile la piena si protrarra’ fino al pomeriggio. Criticita’ anche per il Topino, con allagamenti in abitazioni, danneggiamenti al ponte di Scanzano e varie esondazioni a Valtopina e Nocera Scalo. Per il Chiascio, rilasci controllati sono stato fatti dalla diga di Casanuova con onda di piena gia’ transitata.
digaLe dighe di Montedoglio e Corbara stanno invasando notevoli volumi di acqua. In aumento i livelli sul Nera (alle 11 a Terni a 9.08 poco sotto il livello di allerta 4) e Corno. Rilasci controllati dalla diga di Valfabbrica sul Chiascio dopo che con il suo invaso e’ stata scongiurata la concomitanza dei picchi di piena tra Chiascio e Tevere per una maggiore salvaguardia di Torgiano e delle aree a valle. Le piogge sono cadute copiose, si parla di 280 mm a Gualdo Tadino, 313 mm a Castelluccio di Norcia, 129 mm a Cerbara ed i vigili del fuoco nella provincia di Perugia hanno compiuto centinaia di interventi per rimuovere alberi abbattuti, cartelloni, piccoli smottamenti e frane.

La presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, sta raggiungendo le zone della regione maggiormente colpite dal maltempo che sta interessando l’Umbria. Accompagnata dal coordinatore regionale del Dipartimento assetto del territorio e protezione civile, Diego Zurli, la presidente effettuera’ un primo sopralluogo per una verifica diretta dei danni nei comuni di Scheggia-Pascelupo e Costacciaro. E’ quanto informa una nota regionale. Intanto su gran parte della regione continua a cadere pioggia fitta, cosi’ nel capoluogo.