Maltempo: crolla trabocco, a rischio quello “dannunziano”

MeteoWeb

traboccoSprofonda in mare, sotto i colpi del maltempo, uno dei simboli dell’Abruzzo: il trabocco conosciuto col nome ‘Mucchiola’, nel comune di Ortona (Chieti), uno dei piu’ antichi impianti di pesca tradizionale della Costa dei trabocchi, risalente a circa 300 anni fa. Danneggiato, invece, il trabocco di Punta Turchino, di cui Gabriele D’Annunzio parlo’ nel ‘Trionfo della Morte’. Il trabocco della Mucchiola e’ scomparso sotto le incessanti mareggiate delle ultime ore, e al momento sono visibili solo due pali di legno che affiorano dall’acqua. Si tratta di un trabocco privato.
traboccoPer il trabocco del Turchino, uno dei pochi di proprieta’ di un Comune, quello di San Vito Chietino, che da tempo richiedeva opere di manutenzione, sono in corso sopralluoghi per valutare nuovi danni. Il trabocco di Punta Turchino fu descritto da D’Annunzio nel Trionfo della Morte: “Proteso dagli scogli, simile ad un mostro in agguato, con i suoi cento arti – scrisse il Vate – il trabocco aveva un aspetto formidabile”. Lungo la costa, queste tradizionali macchine da pesca sono una cinquantina, protette anche da una legge regionale e brand turistico di forte richiamo. Il numero piu’ consistente ricade nel territorio di Vasto. ”Perdiamo un simbolo importante, il nostro simbolo – commenta il presidente del Gruppo di azione costiera (Gac) della Costa dei Trabocchi, Franco Ricci, parlando della Mucchiola – specialmente per Ortona, perche’ era l’ultimo trabocco rimasto, da una decina che ne esistevano originariamente. E’ importante pensare subito ad azioni che consentano di salvare queste strutture, simbolo della nostra storia. Ci attiveremo gia’ da domani – conclude Ricci – per vedere con la Regione come agire”.