Maltempo in Umbria, attenzione a frane e fiumi in piena: monitoraggio della protezione civile

MeteoWeb

maltempoE’ in lento miglioramento la situazione di criticita’ idrogeologica e idraulica in Umbria, legata al maltempo: e’ quanto ha comunicato il dipartimento della protezione civile regionale. Molte, in ogni caso, le frane attivate. Tre le piene fluviali costantemente monitorate: il Tevere, con picco di piena attualmente a Ponte Rio di Todi (sono attese limitate esondazioni nelle zone maggiormente soggette a rischio idraulico); il Chiascio, con rilasci controllati dalla diga di Casanuova, dopo che con il suo invaso e’ stata scongiurata la concomitanza dei picchi di piena tra Chiascio e Tevere; il Nera, dove la situazione al momento e’ sotto controllo. Alcune frane rendendo difficoltosi gli accessi ad alcune frazioni, in particolare nei comuni di Costacciaro, Gubbio e Pietralunga. Nel comune di Scheggia, nella frazione Isola Fossara sono circa 20 le persone evacuate per esondazione del fiume Sentino; nei comuni di Sigillo, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, si sono verificati numerosi smottamenti che hanno interessato strade comunali e provinciali e richiesto l’evacuazione, in via precauzionale, di alcuni nuclei familiari. Alcune frane si sono verificate anche nel comune di Sellano e i tecnici stanno valutando le varie situazioni. Nel comune di Foligno, nella tarda serata di ieri e’ stata chiusa la strada comunale per Vescia causa cedimento di un pilone del ponte sul fiume Topino. Nel comune di Gubbio, si sta valutando l’utilizzo dell’elicottero per prelevare alcuni anziani bisognosi di cure, i tecnici del comune stanno raggiungendo la localita’. Sono circa 200 i volontari di protezione civile – e’ detto in una nota della Regione – operativi sul territorio in particolare lungo le principali aste fluviali per il monitoraggio dei livelli idrici e la predisposizione dei sacchetti di sabbia.