Maltempo, Tevere gonfio anche a Roma, allagate le banchine: senzatetto in fuga [FOTO]

/
MeteoWeb

tevere.Il Tevere è cresciuto anche a Roma dopo le abbondanti piogge dei giorni scorsi in Umbria e Lazio, allagando le banchine nel centro città, in particolar modo quelle in destra idrografica. La situazione è nella norma ed il livello ben al di sotto dei 10 metri oltre i quali si parla di piena ordinaria. Su Ponte Cavour sono ancora visibili i tronchi lasciati dalla piena di un anno fa, e si trovano diversi metri più in alto dell’attuale livello. L’allagamento delle banchine ha costretto alla fuga dalle loro baracche di fortuna alcuni senzatetto, che durante i mesi di magra del fiume si accampano sotto i ponti e nelle zone meno frequentate.
ponte_cavour_12.11.13Gruppi di accampati sotto Ponte Cavour sono fuggiti di fronte alla crescita del livello idrometrico. Stranamente non sono ancora stati messi i nastri bianco rossi in corrispondenza degli accessi, cosa abituale ogni volta che il fiume allaga le banchine (un fenomeno del tutto normale e che si ripete ogni anno). Il Tevere è destinato a crescere nei prossimi giorni a Roma, per il lento deflusso della piena che ieri notte è passata per Ponte Nuovo di Torgiano (oltre 7 metri), e che ora è stata smorzata dall’invaso di Corbara. Il lago artificiale umbro segna alle 14 un livello idrometrico di 133,58 metri (la quota massima consentita è di 138 m ma già a 132 metri le paratoie fanno uscire acqua in abbondanza). Ad Orte scalo sono segnalati 3,80 metri. Non sono disponibili i dati dell’idrometro di Ripetta a Roma, fuori servizio da due giorni.