Obiettivo pancia piatta? Ecco i cibi naturali che aiutano a dimagrire senza rinunce!

MeteoWeb

PANCIA PIATTA IMMAGINE - CopiaSe il vostro obiettivo è avere una pancia piatta senza molte rinunce, esistono alcuni alimenti che aiutano a perdere qualche chilo senza grossi sacrifici e, anzi, se assunti nel modo più gradevole, possono risultare addirittura piacevoli aiutando così a dare soddisfazione anche alle proprie esigenze di palato e al tempo stesso trovare la forma ideale!
Ecco questi alimenti:

PORRO IMMAGINI - CopiaPORRO: essendo formato principalmente da acqua, è un alimento fortemente ipocalorico, adatto a diete dimagranti ed ipocaloriche in genere. Il porro contiene inulina, un polisaccaride appartenente alla famiglia dei glucidi che aiuta a combattere la ritenzione idrica, è ricco di potassio e sodio che favoriscono la secrezione biliare e l’eliminazione delle urine. E’ ricco di vitamina A e ha un buon contenuto di vitamina C, è indicato in caso di stipsi , obesità, anemia e artrite. Abbassa il colesterolo, rafforza il sistema immunitario e aiuta a prevenire il cancro.

BUCKWHEAT GRAINS IN WOODEN SPOONGRANO SARACENO: è un tipo di grano che contiene elevate quantità di fibre, è quindi a basso contenuto calorico ed essendo la fibra “ingombrante”, richiedendo un sacco di spazio nello stomaco, ci fa sentire pieni prevenendo l’assunzione eccessiva di altro cibo durante i pasti. I cibi contenenti fibre, impiegando molto tempo per essere digeriti, ci tengono sazi per un periodo di tempo più lungo, evitandoci spuntini extra e non facendoci aumentare di peso. Va utilizzato al posto di riso bianco, pasta e patate, pulendo l’intestino, eliminando le tossine dal fegato e prevenendo i tumori. Il grano saraceno migliora l’elasticità delle vene e delle arterie, riducendo la fragilità dei capillari, prevenendo lo sviluppo di coaguli di sangue. Esso migliora il sistema cardiovascolare, diminuisce il colesterolo cattivo e regola la pressione arteriosa.

FINOCCHIO IMMAGINI - CopiaFINOCCHIO: ha solo 9 calorie per etto. Sgonfia la pancia essendo ricco di oli essenziali, ha proprietà antispastiche e carminative perché riducono la fermentazione intestinale, ha un elevato potere saziante dovuto alla sua consistenza che costringe a masticare (se si mastica più lentamente, il senso di sazietà aumenta) e ha un aroma intenso di anice, dovuto alla presenza di anetolo che placa il desiderio di dolce e di salato. Ha un basso indice glicemico contenendo solo l’1% di zuccheri, l’1,2 % di proteine e il 2,2% di fibre. E’ un diuretico naturale ad elevato potere depurativo, contenendo il 93,% di acqua e abbonda di potassio che favorisce la diuresi . Il finocchio, essendo ricco di fibre, aiuta ad assorbire i gas intestinali, riducendo la tensione intestinale causata dal gonfiore, libera l’organismo dalle scorie in eccesso e appiattisce la pancia, sgonfiandola. La maggior parte delle fibre sono insolubili: esse aiutano l’intestino pigro e ostacolano l’accumulo di tossine.

THE VERDE IMMAGINI - CopiaTHE VERDE: è composto esclusivamente da foglie di Camelia Sinensis che non subiscono alcuna ossidazione durante la lavorazione. E’ di origini cinesi, è molto utilizzato nelle diete ipocaloriche volte alla perdita di peso corporeo e per la ritenzione idrica, quindi contro la cellulite. E’ ricco di polifenoli e tannino, 2 principi attivi che, agendo in coppia sul nostro organismo, stimolano il consumo di grassi e rallentano l’assorbimento di zuccheri e lipidi. La presenza di caffeina nel thè verde aiuta nel processo di assimilazione dei grassi che si suddividono in elementi più semplici, quindi più facili da smaltire. Bere almeno dalle 2 alle 5 tazze di thè verde al giorno, è consigliato nei casi di obesità è soprappeso. Se non si tollera molto la caffeina, basta risciacquarlo con poca acqua bollente e lasciarlo in infusione per massimo 5 minuti.

YOGURT FRUTTI - CopiaYOGURT: il contenuto di grassi varia da circa 3,9 % di quello interno all’1% dello yogurt magro. I grassi vengono assorbiti facilmente grazie al processo di omogeneizzazione che subiscono durante la preparazione dello yogurt. Tra gli zuccheri, il lattosio è per la maggior parte trasformato in acido lattico , che favorisce la formazione della flora intestinale buona e facilita l’assorbimento del fosforo e del calcio utile per la struttura ossea e per contrastare la fame fuori pasto. E’ meno calorico dei formaggi (100 gr. Di yogurt intero apporta circa 60 calorie, che scendono a 35 per quello magro ) e viene digerito in circa un’ora, rispetto alle 3 ore richieste per la digestione del latte, non pesa sull’intestino e sgonfia la pancia. Contiene vitamine del complesso B, oltre all’acido pantotenico e alla vitamina PP, che servono all’elasticità dei tessuti.

Seamless texture with legumesLEGUMI: hanno un posto di rilievo nella dieta dimagrante: i fagioli, ricchi di vitamine A,B,C ed E, contengono sali minerali e lecitina che impedisce l’accumulo di grasso nel sangue. I fagioli aiutano l’apparato cardiocircolatorio e riducono il peso. Spesso i fagioli sono associati al gonfiore che possono provocare, ma per evitare la costipazione basta mettere una foglia di alloro nella minestra. In questo modo, sono più digeribili e sgonfiano l’addome. Le lenticchie, essendo ad alto contenuto di proteine e fibre, ma poveri di grassi, sono un valido alleato per perdere peso. Grazie alla fibra solubile e alle tante proteine, aiutano a mantenere costante il livello di zuccheri nel sangue, contrastano gli effetti negativi che i picchi di insulina possono provocare sull’organismo, in particolare in relazione all’accumulo di grassi nella zona addominale. I piselli sono un altro elemento tipicamente previsto nei regimi dietetici, aiutano a perdere peso e danno un senso di sazietà. Sono ricchi di carboidrati, fibre e proteine, forniscono energia utilizzata gradualmente dal corpo ( si pensi che 150 gr.di piselli sono sufficienti per soddisfare l’appetito con sole 120 kcal.). Le fibre stimolano la motilità intestinale e contengono acido folico, richiesto per la sintesi del DNA nelle cellule e per prevenire i difetti nel tubo neurale nei neonati.