Salute: scoperto il gene dell’ubriacatura, predispone all’eccessivo consumo di alcolici

MeteoWeb

tumore03Individuato un gene che predispone all’eccessivo consumo di alcolici e che potrebbe aprire la strada allo sviluppo di nuovi trattamenti contro l’alcolismo. La scoperta e’ frutto di una grossa ricerca pluriennale condotta da un consorzio multicentrico con basi presso l’Imperial College di Londra, la Newcastle University, la Sussex University, la University College di Londra e la University of Dundee. Secondo quanto spiegato su Nature Communications, topi di laboratorio che hanno un difetto genetico a carico del gene ‘Gabrb1′, diventano ”alcolisti” quando si da’ loro la possibilita’ di scegliere tra una soluzione alcolica al 10% (come un vino nella media) e acqua. Gli esperti hanno cercato a tappeto potenziali geni alla base dell’alcolismo, facendo delle piccole modifiche genetiche casuali, e sono arrivati a scoprire che un difetto sul gene Gabrb1 produce un effetto straordinario in termini di preferenza: i topi con questa mutazione preferiscono dissetarsi con la soluzione alcolica e si intossicano nel giro di poco tempo, dando chiari segni di ubriacatura. Gabrb1 e’ un gene cruciale per il cervello perche’ serve a produrre una sub-unita’ del recettore ‘GABA’, il piu’ importante recettore inibitorio del cervello. Con questa mutazione, il recettore resta acceso anche in assenza del suo interruttore, il neurotrasmettitore Gaba appunto. Gli esperti hanno visto che cio’ avviene di preferenza nel centro neurale della gratificazione e del piacere, il nucleo accumbens. E forse proprio questa alterata percezione di piacere porta le cavie a cercare il liquido alcolico e preferirlo all’acqua, faticando anche pur di ottenerlo. Anche se l’alcolismo rappresenta una dipendenza complessa, in cui intervengono pure fattori sociali e psicologici, l’aver individuato un gene cosi’ fortemente associato al consumo di alcol, commentano i ricercatori, apre la strada alla ricerca di nuove strategie anti-alcol.