Sardegna, Aci: no imposta registro a chi cambia auto alluvionata

MeteoWeb

Il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, ha presentato oggi a Olbia l’insieme di attività e servizi dell’ACI a sostegno delle popolazioni colpite dall’alluvione in Sardegna. Per facilitare il disbrigo delle pratiche automobilistiche dei veicoli danneggiati, sono stati attivati un call center che risponde al numero 070.4042463 (sarà presto un numero verde) e la mail emergenzasardegna@aci.it, dove i cittadini sono guidati nelle procedure di radiazione delle auto distrutte, nella denuncia di perdita di possesso dei mezzi smarriti e più in generale nel disbrigo di ogni formalità in tema di mobilità. Anche sul sito www.aci.it è stata aperta una pagina con tutte le indicazioni utili. Per rispondere concretamente alle esigenze di chi deve sostituire l’auto, l’Aci ha annunciato la rinuncia ad ogni emolumento sulle formalità Pra su questi mezzi e ha proposto alle istituzioni locali una serie di misure economiche a vantaggio dei cittadini. Alla Regione Sardegna l’Automobile Club d’Italia chiede la restituzione alle famiglie del 90% dell’Iva incassata sull’acquisto di un’auto nuova; alle province sollecita la riduzione dell’Imposta Provinciale di Trascrizione sui veicoli nuovi e usati. Più in generale, il Club degli automobilisti evidenzia al Governo la necessità di valutare l’esenzione o almeno la proroga delle scadenze sul “bollo” dei mezzi alluvionati. Per fare tutto ciò, è prioritaria la definizione di una lista dei veicoli colpiti dalle inondazioni.