Super tifone Haiyan, centro commerciale saccheggiato a Tacloban

MeteoWeb

tifoneUn popolare centro commerciale è stato saccheggiato a Tacloban, città filippina gravemente colpita dal tifone Haiyan. Lo ha dichiarato un poliziotto, affermando che residenti hanno portato via tutto quello che potevano, inclusp un televisore a schermo piatto, un piccolo frigorifero, alimenti, vestiti e persino un albero di Natale. Negozi più piccoli protetti da guardie armati di pistole sono stati risparmiati, ha riferito il poliziotto a condizione di anonimato. A Tacloban si potevano vedere corpi distesi lungo la strada di fango, mentre si radunavano i residenti che hanno perso le loro case, con le poche cose che sono riusciti a salvare.
tifone01Molti gli alberi caduti al suolo. La televisione delle Filippine Abs-Cbn ha mostrato i forti venti che colpivano palazzi e veicoli mentre le onde del tifonesommergevano Tacloban con acque cariche di detriti. Dopo il tifone, le persone piangevano recuperando i corpi dei propri cari dentro i palazzi e su una strada che era cosparsa di alberi caduti, materiale di tetti e altre parti di palazzi strappate via dalla furia del tifone. Il conduttore della televisione Abs-Cbn Ted Failon, che è riuscito a trasmettere solo brevemente ieri da Tacloban, ha dichiarato che l’onda del tifone era “come lo tsunami in Giappone”. “Il mare ha travolto Tacloban” ha detto, spiegando che una parte considerevole della città era circondata su tre lati dalle acque tra le isole Leyte e Samar. La stazione televisiva Gma ha reso noto che il suo team di giornalisti ha visto 11 corpi, incluso quello di un bambino, a riva ieri e altri 10 corpi su un molo a Tacloban nelle ore dopo l’arrivo del tifone. Almeno 20 altri corpi sono stati portati in una chiesa nella vicina città di Palo che era usata come centro di evacuazione, ma che è stata abbandonata dopo che i suoi tetti sono stati portati via. Un uomo è stato visto trasportare il corpo della figlia di 6 anni annegata.