Tifone Haiyan, nelle Filippine tra le macerie c’è la “bimba del miracolo”

MeteoWeb

02Tra le macerie di una delle citta’ filippine piu’ gravemente danneggiate dal passaggio del tifone Haiyan, e’ venuta alla luce anche una ‘bimba del miracolo’: La piccola e’ nata in una struttura di un aeroporto devastato che e’ stato trasformato in un ospedale improvvisato, in un letto fatto di legno compensato, in mezzo a sporcizia, vetri rotti, lamiere contorti e ogni sorta di detriti. Felice, anche se stremata la madre, Emily Sagalis, che chiamera’ la piccola Bea Joy in onore di sua madre Beatriz, una delle vittime nell’ecatombe.La donna -ha raccontato la puerpera- e’ stata portata via da onde gigantesche che hanno spazzato via la loro casa a Tacloban, il capoluogo della provincia di Leyte, ed e’ sparita tra i flutti. A Leyte, si teme siano morte oltre 10milla persone, da aggiungere alle diverse centinaia che si teme siano decedute nelle altre isole centrali delle Filippine; numeri che, se il bilancio sara’ confermato ufficialmente dalle autorita’ di Manila, faranno di Haiyan la peggior catastrofe mai registrata nel Paese.