Allerta Meteo, la “Tempesta di Natale” minaccia Italia e gran parte d’Europa: maltempo estremo durante le festività

/
MeteoWeb

avnpanel4Sarà un Natale di forte maltempo sull’Italia e anche su gran parte d’Europa per una profonda perturbazione atlantica che assumerà tutti i connotati di una vera e propria “Tempesta” sul Vecchio Continente. La perturbazione inizierà a prendere forma già da lunedì 23 dicembre e nel giorno di Vigilia, martedì 24, piomberà a 930hPa sul nord della Scozia: un valore di bassa pressione davvero eccezionale, degno di un uragano, tale da scatenare venti violentissimi su tutta l’Europa centro/occidentale e anche settentrionale. Proprio tra lunedì, martedì e poi anche mercoledì, il giorno di Natale, le isole Britanniche saranno spazzate da raffiche superiori ai 150km/h e da forte maltempo, ma intanto le condizioni meteorologiche peggioreranno bruscamente anche sull’Italia a causa dell’affondo della perturbazione sul Mediterraneo centro/occidentale, da cui nascerà un nuovo centro di bassa pressione secondario proprio sull’Italia, nell’alto Tirreno, tra la sera di Natale e la mattinata di giovedì 26 dicembre, il giorno di Santo Stefano.
06Il maltempo colpirà tutta l’Italia con piogge torrenziali, forti venti, acqua alta a Venezia, mareggiate sulle coste esposte e abbondanti nevicate sui rilievi, soprattutto al nord/ovest, dove i rilievi alpini saranno letteralmente sommersi da accumuli nevosi davvero eccezionali, fino a 200cm di neve fresca in 48h nelle zone più colpite. Il maltempo inizierà a fare sul serio proprio tra martedì sera e la notte di Natale con forti precipitazioni al nord/ovest, tra Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta e Lombardia. La neve cadrà copiosa oltre gli 800900 metri. Prime piogge anche al nord/est e nelle Regioni centrali Tirreniche, su Toscana e Lazio (Roma compresa).
Quello di Natale, mercoledì 25 dicembre, sarà un giorno di forte maltempo in tutto il Paese, con venti intensi di scirocco, mari in tempesta e piogge torrenziali al centro/nord. A Genova potranno cadere oltre 150mm di pioggia, a Milano oltre 90mm di pioggia, le Alpi ma anche i rilievi dell’Appennino ligure e tosco/emiliano saranno seppelliti da una nevicata straordinaria.
08Nel pomeriggio/sera il maltempo si estenderà al nord/est, con nubifragi su Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia, ma anche al Centro, con piogge torrenziali tra Toscana, Lazio e Campania. A Roma ci saranno violenti temporali con oltre 60mm di pioggia, e il maltempo tornerà veemente anche in Sardegna con violenti acquazzoni soprattutto nelle zone occidentali dell’isola, tra Sassari e Olbia, nelle aree già colpite dalla furiosa alluvione di novembre.
Nella notte tra Natale e Santo Stefano il maltempo continuerà a spostarsi al centro/sud, con piogge torrenziali in modo particolare tra Toscana, Umbria, Lazio e Campania, in estensione a Calabria e Sicilia. Attenzione a Roma, provincia di Frosinone, Napoli e provincia di Salerno, le zone più colpite da violenti acquazzoni.
Giovedì 26, poi, sarà un’altra giornata di forte maltempo soprattutto al nord/est, al centro/sud e in modo particolare nella Calabria tirrenica. I venti ruoteranno dai quadranti occidentali e nord/occidentali, le temperature crolleranno di diversi gradi tanto che in Sardegna la neve arriverà fino a quote di collina e su tutto l’Appennino avremo nevicate anche sotto i mille metri di quota. Solo venerdì 27 si verificherà un timido miglioramento ma sempre con molte nubi sparse, altre piogge tra Liguria e Toscana e al sud nel basso Tirreno tra Calabria e Sicilia, prima dell’arrivo di un’altra forte ondata di maltempo nell’ultimo fine settimana del mese…