Allerta Meteo: mappe e previsioni dell’aeronautica militare per oggi e domani, ancora forte maltempo

/
MeteoWeb

01Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia Situazione: una profonda area depressionaria centrata a sud della Sicilia determina forti condizioni di instabilita’ sulle nostre regioni meridionali. Tempo previsto fino alle 24 di oggi Nord: locali foschie o banchi di nebbia al mattino sulla Pianura Padana in un contesto di tempo stabile e in prevalenza soleggiato. Nuvolosita’ in aumento per fine giornata sull’Emilia Romagna, sulle coste venete e sul levante ligure. Centro e Sardegna: nuvolosita’ diffusa su tutte le regioni centrali. Precipitazioni deboli e molto localizzate sull’area tirrenica, comunque piu’ probabili sul Lazio centro-meridionale. Persistenti e diffuse invece sulle regioni adriatiche, dapprima sull’Abruzzo dove andranno rapidamente intensificandosi, poi in estensione alle Marche e all’Appennino umbro. Neve abbondante sull’Appennino abruzzese e su quello Umbro-marchigiano a quote superiori ai 1000 metri, ma con quota della neve in aumento nella seconda parte della giornata. Cielo coperto anche sulla Sardegna con precipitazioni sparse, piu’ diffuse ed intense sul settore orientale dell’isola, dove potranno assumere localmente carattere temporalesco di forte intensita’.
02Sud e Sicilia: condizioni di forte maltempo, con particolare riferimento alle regioni ioniche. Cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse che potranno assumere carattere temporalesco di forte intensita’ e persistenza su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia, risultando localmente eccezionali. Nel corso della mattinata estensione dei fenomeni intensi anche al Molise e all’entroterra campano. Quota della neve generalmente elevata, con l’eccezione del Molise, dove la neve iniziera’ a cadere dai 1200 metri di quota. Temperature: senza variazioni significative al nord e in generale aumento sul resto del paese. Venti: forti o molto forti su tutte le regioni, da sud-est sulle regioni ioniche e da nord-est sul resto del territorio, con l’eccezione della Pianura padana, dove la ventilazione sara’ sostenuta solo sulle zone adriatiche. Mari: da molto agitato a grosso lo Ionio, con mareggiate sulle coste del Crotonese, della Puglia salentina e della Basilicata jonica. Agitati o molto mossi tutti gli altri mari, sebbene con moto ondoso piu’ attenuato sottocosta lungo tutta la fascia tirrenica. Tendente a molto agitato il Tirreno centrale, specie settore ovest.

03Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, lunedi’ 2 dicembre. Nord: cielo nuvoloso sull’Emilia Romagna, sulla Liguria e sulla pianura a sud del Po, con qualche locale pioggia sulla Romagna, sul Ponente ligure e sul basso Piemonte; deboli fiocchi di neve sui rilievi romagnoli oltre i 1200 metri di quota e sui rilievi liguri e piemontesi a quote invece collinari. stabile e soleggiato sulle zone alpine e su tutta la fascia pedemontana. Centro e Sardegna: molte nubi su tutte le regioni centrali e sulla Sardegna; precipitazioni temporalesche anche intense sulla Sardegna, specie settore costiero orientale, con attenuazione dei fenomeni per fine giornata; molto isolate e generalmente non consistenti le precipitazioni in area tirrenica, salvo isolati temporali sul basso Lazio; pioggia battente sulle regioni adriatiche e sull’Umbria orientale, con quota della neve che torna a scendere intorno agli 800-1000 metri pur accompagnata da una generale tendenza ad attenuazione dei fenomeni nella serata.
04Sud e Sicilia: dopo un generale parziale miglioramento nella prima parte della giornata, sul meridione torneranno condizioni di forte maltempo, con nuvolosita’ diffusa e compatta, piogge altrettanto diffuse e con temporali sparsi localmente intensi, specie su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Temperature: in aumento al nord, sulla Sardegna e sulle regioni centrali tirreniche; stazionarie al sud e sulle regioni adriatiche; dalla serata nuova tendenza al raffreddamento su gran parte del paese. Venti: forti da nord-est al centro-nord; ancora forti ma da est-sud-est sul meridione peninsulare con tendenza ad attenuazione; moderati occidentali sulla Sicilia. Mari: agitati il medio e alto Adriatico e il Tirreno centro-settentrionale settore ovest, con mareggiate sulle coste di Abruzzo, Marche e Sardegna nord-orientale; in genere molto mossi tutti gli altri mari, ma con moto ondoso piu’ attenuato sul basso Tirreno.