Ambiente, Usa: “battaglia” tra East Coast e Midwest sull’inquinamento

MeteoWeb

INQUINAMENTO NEW YORK - CopiaOtto Stati della East Coast degli Stati Uniti hanno presentato una petizione all’Environmental Protection Agency, l’agenzia federale che si occupa di ambiente, per chiederle che imponga misure più dure contro l’inquinamento ambientale negli Stati della Rust Belt (la ‘cintura della ruggine’, com’è chiamata la regione più industrializzata del Paese) e dei monti Appalachi. A parlare del nuovo atto della sfida tra East Coast e Midwest è il New York Times.
Gli Stati della East Coast, compresi New York e Connecticut, sono soggetti da più di 15 anni a limiti di concentrazione degli inquinanti più duri rispetto alle altre zone del Paese. I loro governi, per questo, criticano da anni Stati come Ohio, Kentucky e Michigan per le loro misure più permissive sull’inquinamento provocato dalle centrali elettriche a carbone, da fabbriche e tubi di scappamento, da cui traggono un vantaggio economico, mentre lo smog è trasportato dai venti nelle altre regioni del Paese. Tutti i firmatari della petizione sono governatori democratici; Chris Christie, governatore del New Jersey e possibile candidato repubblicano alla Casa Bianca nel 2016, ha scelto di non farlo. PHOTOSHOT - INQUINAMENTO ARIA : ORA E' UFFICIALE, PROVOCA IL CANCROLa petizione è stata presentata il giorno prima di un’audizione della Corte Suprema sulla Cross-State Air Pollution Rule (Csapr), o regola del buon vicinato, una norma voluta dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, che forzerebbe gli Stati a installare costose tecnologie per ridurre le emissioni o a chiudere le fabbriche che inquinano troppo, anche per difendere gli Stati verso cui spira il vento. Anche se la Corte Suprema dovesse salvare la legge, bocciata dalla Corte d’Appello del District of Columbia perché darebbe troppo potere regolatore all’Epa e imporrebbe un ingiusto danno economico ad alcune regioni, gli Stati della East Coast chiederebbero comunque norme più ferree per difendersi dall’inquinamento prodotto dagli altri Stati. A guidare la lotta è il governatore del Connecticut, Dannel Malloy, secondo cui più della metà dell’inquinamento che mina la salute dei suoi cittadini è prodotto in altri Stati. Un danno ambientale ed economico: le norme in difesa dell’ambiente rendono anche più cara la produzione di energia.