Antartide, nave bloccata: il maltempo ferma i soccorsi, continua l’attesa

MeteoWeb

Akademik ShokalskiyIl rompighiaccio australiano Aurora Australis ha dovuto interrompere il tentativo di soccorso alla nave da ricerca russa Akademik Shokalskiy, bloccata dal ghiaccio in Antartide, a causa del maltempo nella zona. L’Aurora era riuscita ad avvicinarsi la scorsa notte fino a circa 10 miglia nautiche, raggiungendo il margine dello spesso banco di ghiaccio, ma poi ha dovuto rinunciare in attesa di schiarite che potrebbero arrivare solo nei prossimi giorni. Saluteranno dunque il nuovo anno prigionieri fra i ghiacci dell’Antartide, i 74 scienziati, turisti e membri d’equipaggio della Akademik Shokalskiy, intrappolata sin dalla vigilia di Natale a circa 1500 miglia nautiche a sud della Tasmania. La portavoce dell’Autorita’ australiana per la sicurezza marittima Amsa, Lisa Martin, riferisce che venti fino a 30 nodi e ‘acquazzoni di neve’ flagellano l’area in cui e’ bloccata la Shokalskiy, che stava ripercorrendo la rotta della spedizione antartica dell’australiano Douglas Mawson tra il 1911 e il 1914, oltre a condurre ricerche scientifiche. Un nuovo tentativo di raggiungerla sara’ fatto quando miglioreranno le condizioni del tempo, ha aggiunto. Due precedenti tentativi, da parte di una rompighiaccio cinese e di una francese, erano stati anche abbandonati nei giorni scorsi a causa dell’eccessivo spessore del ghiaccio. L’Aurora Australis puo’ fendere il ghiaccio fino a uno spessore di un metro e 60, ma la nave russa e’ prigioniera di ghiacci di 3 metri di spessore. “Se l’Aurora Australis non riuscira’ a raggiungere l’Akademik Shokalskiy, e’ possibile che si faccia ricorso all’elicottero che si trova sulla nave cinese, che rimane nella regione, per evacuare i passeggeri e l’equipaggio”, ha detto la portavoce dell’Amsa. Un’opzione comunque non ancora realizzabile, poiche’ le condizioni del tempo impediscono il decollo.