Immacolata di freddo e nebbie al nord, ecco perchè è un “anticiclone invernale”

MeteoWeb

imagesFa ancora freddo in questa domenica dell’Immacolata, 8 dicembre, nonostante l’orario, soprattutto nelle zone interne del centro/nord, dopo le gelide minime del mattino. Le temperature, al momento, sono ancora inchiodate su valori molto bassi, localmente sottozero, e non è da escludere che quella di oggi sia una giornata di ghiaccio per diverse località. Ecco le massime (ancora parziali) di oggi, con i dati aggiornati fino alle 11.50/12.00: -3°C ad Aosta, -2°C a Ferrara, -1°C a Parma, 0°C ad Arezzo, +2°C a Piacenza, +3°C a Milano, Brescia e Perugia, +4°C a Firenze e Torino, +5°C a Viterbo, Cervia e Frosinone, +6°C a Bologna, Bolzano, Cuneo e Padova.
ImmagineSull’Italia, infatti, abbiamo un anticiclone tipicamente invernale: non è, come qualcuno erroneamente scrive, l’alta pressione africana, ma l’anticiclone delle Azzorre che spesso e volentieri nei periodi invernali si stabilisce sul nostro Paese determinando queste condizioni d’inversione termica che mantengono le temperature fresche perfettamente in linea con le medie del periodo (se non localmente addirittura inferiori!) su gran parte del Paese. Ne abbiamo già parlato ieri in quest’articolo: è un tipico anticiclone invernale che dominerà il clima italiano almeno fino a metà mese, mentre freddo e neve interesseranno il Mediterraneo orientale con temperature da record tra Grecia, Turchia e medio Oriente.