Le previsioni meteo dell’aeronautica militare per oggi e domani: clima stabile e soleggiato in Italia

MeteoWeb

aeronauticaIl servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: pressione alta e livellata su tutto il paese determina condizioni di tempo stabile; tuttavia la ventilazione settentrionale favorisce la formazione di strati bassi sui mari intorno alla Sardegna e la Liguria. Foschie nelle valli del centro nord durante la notte ed al primo mattino Tempo previsto fino alle 24 di oggi: – al nord: cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, pur in presenza di qualche isolata foschia densa sulla Pianura padana durante la notte ed al primo mattino, e un po’ di nuvolosita’ bassa sull’area ligure costiera per addensamenti provenienti dal mare. Qualche nube tendera’ a presentarsi anche in corrispondenza delle zone pedemontane alpine, soprattutto di nordovest, e su quelle appenniniche a causa del sollevamento dell’umidita’ notturna. Nel corso della giornata si assistera’, inoltre, al passaggio di velature che tenderanno ad interessare le aree di nord-est. – al centro e Sardegna: tempo stabile e soleggiato sia sulle regioni peninsulari che sull’isola. Non mancheranno pero’ occasionali foschie nelle valli piu’ interne, soprattutto durante le prime ore del giorno, ed annuvolamenti lungo le coste della Sardegna per nubi basse provenienti dal mare. Tale nuvolosita’ tendera’ a diradarsi parzialmente durante la giornata per poi ripresentarsi in forma anche piu’ estesa nel corso della nottata. – al sud e Sicilia: cielo sereno o poco nuvoloso su tutto il meridione. Nel pomeriggio e a fine giornata, annuvolamenti piu’ compatti lungo le aree costiere della Sicilia settentrionale della Calabria tirrenica e della Puglia per nubi basse provenienti dal mare che tenderanno a divenire piu’ diffuse a fine giornata. Temperature: in generale lieve calo sia le massime che le minime. Venti: ventilazione debole in genere dai quadranti settentrionali, ma con rinforzi lungo le coste adriatiche, sulle regioni ioniche, sulla Sicilia meridionale e sulla Sardegna occidentale. Mari: mossi il basso Adriatico, lo Ionio, lo Stretto di Sicilia e il mare e Canale di Sardegna con moto ondoso in aumento su questi ultimi mari. In genere poco mossi tutti gli altri bacini.

image1Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, venerdi’ 6 dicembre: – al nord: cielo sereno su tutte le regioni, a parte ancora nuvolosita’ bassa proveniente dal mare che tendera’ ad interessare la Liguria per buona parte della giornata. In mattinata si assistera’ ad un graduale aumento delle nubi sul settore alpino centro-orientale, con nevicate sulle zone di confine. – al centro e Sardegna: nubi in transito nella mattinata tra Marche ed Appennino centrale ma in rapido diradamento. Prevalenza di spazi sereni sul resto del Centro peninsulare pur in presenza di nuvolosita’ bassa sulle coste di Toscana e Lazio e temporaneamente sulle aree occidentali e centrali della Sardegna. A fine giornata aumento delle nubi tra Marche meridionali ed Abruzzo, con piogge sparse nottetempo. – al sud e Sicilia: cielo in genere poco nuvoloso anche se non mancheranno nubi basse un po’ piu’ estese sulle aree tirreniche di Campania, Basilicata e Calabria. Nuvolosita’ questa che tendera’ ad intensificarsi verso la fine della giornata, interessando anche la Sicilia il Molise e l’area garganica ed apportando su queste aree precipitazioni sparse. Temperature: minime in lieve diminuzione al Nord ed in lieve aumento sulle regioni tirreniche del Centro; in genere stazionare altrove; massime in diminuzione al Nord-Est e sull’arco alpino ed in aumento sul resto del Settentrione, su Toscana, Lazio, regioni adriatiche centrali e settore ionico. Senza sostanziali variazioni sulle rimanenti regioni. Venti: deboli variabili al Nord con tendenza a divenire settentrionali e a rinforzare sottoforma di Foehn sulle zone alpine; deboli occidentali o sud-occidentali tra Sicilia e regioni meridionali peninsulari, con tendenza a rinforzare sull’isola; da moderati a forti di Maestrale sulla Sardegna in ulteriore intensificazione sulla parte occidentale dell’isola; deboli variabili altrove con tendenza a divenire deboli sud-occidentali. Mari: molto agitati Mare e Canale di Sardegna; da molto mosso ad agitato lo Stretto di Sicilia; da poco mossi a mossi i rimanenti mari con moto ondoso in aumento su Mar Ligure ed alto Adriatico.