Previsioni Meteo: 3 perturbazioni in arrivo entro Natale proveranno a rompere il muro anticiclonico

/
MeteoWeb

994681_10202687023765542_2052697480_nLa vasta area anticiclonica è pronta, per il momento, a farsi da parte dietro le “minacce” della sempre più invadente depressione d’Islanda. Tutto ciò nonostante un timido tentativo, nel corso delle prossime ore, dell’Alta Pressione di risollevarsi in prossimità del Mediterraneo occidentale.

Movimento questo che, almeno sino alla giornata di giovedì 19 dicembre, garantirà ancora prevalenti condizioni di tempo uggioso e nebbioso, specie lungo le pianure e le valli più interne delle regioni settentrionali e centrali, ove la riduzione della visibilità diviene realtà anche durante le ore centrali del giorno.

Rz500m4Gli ultimi aggiornamenti modellistici confermano ciò che, ormai, andiamo ripetendo già da diversi giorni: “sblocco” della situazione barica ad opera del graduale abbassamento del flusso Atlantico il quale, da metà settimana, potrebbe favorire, a fasi alterne, affondi perturbati in sede Mediterranea.

Se osserviamo la MAPPA in alto a sinistra possiamo notare come, nel corso dei prossimi giorni, potrebbero addirittura tre le perturbazioni pronte a puntare il nostro Paese con effetti, naturalmente, ancora tutti da valutare. Ciò che sembra certo è che l’Europa settentrionale avrà a che fare, nuovamente, con tre intense fasi di severo maltempo condite da pioggia, neve e vento forte.

g500_024Tornando alle nostre latitudini è probabile, quindi, che le perturbazioni seguano a breve termine traiettorie più meridionali delle precedenti. Sull’Italia, di conseguenza, tra le giornate di giovedì 19 e venerdì 20 dicembre, complice un possibile isolamento di un minimo depressionario tra il Golfo del Leone e le Baleari, ci aspettiamo un peggioramento delle condizioni meteorologiche a partire, ovviamente, dalle regioni Settentrionali con iniziale copertura di nubi stratificate, cui faranno seguito precipitazioni (nevose) specie lungo l’arco Alpino e piogge altrove. Sulle regioni Centro-Meridionali intensificazione dei venti sud-occidentali associata ad un graduale aumento della nuvolosità e dei fenomeni specie sui versanti Tirrenici.

Effetti leggermente più rilevanti, se non altro per l’intensità dei fenomeni, potrebbe riservarci l’ingresso della terza perturbazione sulla nostra Penisola attesa, ahinoi, tra Natale e Santo Stefano. Su questo aspetto però, vista la distanza temporale dall’evento, è bene procedere a piccoli passi.

Vi invitiamo, per questo motivo, a seguire con attenzione i prossimi aggiornamenti.