Terremoto Matese: altra notte in strada nel Casertano

MeteoWeb

Scossa terremoto napoliProseguono i controlli da parte dei vigili del fuoco nei comuni del Matese interessati dall’epicentro del sisma di ieri. In via Aldo Moro, a Piedimonte Matese, 20 nuclei familiari della case popolari si sono gia’ attrezzati per trascorrere un’altra notte fuori dalle loro case pur essendo queste dichiarate agibili. Ma la paura e’ ancora tanta. Sette, invece, le famiglie evacuate per inagibilita’ delle abitazioni che hanno subito danni piu’ seri. In tarda serata, durante un tavolo tecnico con la Protezione civile, il viceprefetto di Caserta Palmiero, vigili del fuoco, e le 5 amministrazioni dei comuni dell’Alto Matese riunitosi a Piedimonte, si e’ stabilito di istituire un tavolo permanente proprio in quel comune per riuscire ad avere un quadro completo della situazione. Per tutta la giornata sono stati sottoposti a controlli gli edifici pubblici e scolastici, oltre a quelli di culto. Da domani dovrebbero iniziare i controlli per gli edifici privati segnalati dagli abitanti. A Castello Matese ci sono ancora difficolta’ di collegamento a causa di alcuni massi caduti sulla strada che collega San Gregorio a Castello. Qui sono tre le abitazioni, al momento, dichiarate inagibili. Intanto, il vicesindaco di Piedimonte, Costantino Leuci, ha firmato un’ordinanza che vieta l’uso di botti di qualsiasi genere per la notte di San Silvestro onde evitare ulteriori danni.