Europa nella morsa del freddo: gelo killer nell’Est

MeteoWeb

neve bulgariaIl gelo sferza l’Europa sepolta dalla neve e sono gia’ diciassette i morti assiderati in Bulgaria e Romania, dove molte localita’ sono isolate, le scuole sono chiuse ed e’ dovuto intervenire l’esercito per portare soccorsi e mettere in salvo automobilisti bloccati dal traffico in tilt. Tredici persone, soprattutto barboni anziani e alcolizzati, sono deceduti in Romania, dove nevica ininterrottamente da domenica. A Bucarest la temperatura e’ arrivata a 15 gradi sotto zero e nel nord-est ha toccato -18. Le scuole sono chiuse da lunedi’ e centinaia di militari sono all’opera per sgombrare le strade e aiutare i molti rimasti bloccati in casa dalla neve. In Bulgaria l’ondata dimaltempo, con forti nevicate e temperature polari, ha provocato la morte per assideramento di almeno quattro persone. La situazione piu’ grave e’ al confine con la Romania, nella regione nord-orientale, dove il termometro e’ precipitato a -20. La coltre di neve supera in molti punti il metro di altezza, diversi tratti stradali sono chiusi al traffico e anche qui centinaia di scuole sono sbarrate. Nel nord della Serbia un elicottero militare da trasporto e’ stato impiegato per mettere in salvo 22 automobilisti che sono stati accompagnati in ospedale dopo essere rimasti bloccati da ieri lungo una strada ostruita da enormi cumuli di neve, formatisi per le tempeste di vento gelido che spazzano buona parte del Paese. Il vento a Belgrado ha raggiunto i 130 km orari causando la caduta di alberi e pali dell’elettricita’. Per le proibitive condizioni meteo e l’impraticabilita’ di molte strade, coperte da neve e ghiaccio, le autorita’ serbe hanno imposto il divieto di transito ai mezzi pesanti provenienti da Romania e Ungheria, mentre e’ stata proibita la navigazione lungo il Danubio. Il vento fortissimo infatti potrebbe far capovolgere le imbarcazioni, come e’ gia’ avvenuto con una chiatta all’altezza di Pancevo, nei pressi di Belgrado. Neve anche in Croazia e Montenegro, con scuole chiuse e traffico impazzito. Cielo azzurro invece a Mosca, dove pero’ la temperatura e’ di -22, un decina di gradi al di sotto della media stagionale. Nelle regioni circostanti ci sono -31 gradi. Non si salva dall’ondata di maltempo neppure il resto dell’Europa. In Francia tutti i dipartimenti della costa atlantica e della Manica sono sotto osservazione, e in alcune zone e’ allarme rosso, a causa delle onde alte fino a 10 metri. In Gran Bretagna e’ allerta lungo l’intera costa del Galles battuta dal vento e dalle onde. Centinaia di persone sono state evacuate in attesta della giornata di domani che, secondo le previsioni, potrebbe riservare brutte sorprese.