Maltempo Pisa: cala il livello dell’Arno ma continua il monitoraggio

MeteoWeb

pisa_arno”L’Arno a Pisa non fa piu’ paura, anche se la situazione resta di massima attenzione”. Lo ha detto il prefetto di Pisa Francesco Tagliente spiegando che l’emergenza in citta’ sta piano piano rientrando e tutti i ponti sul fiume in citta’ sono stati riaperti. Il tavolo di coordinamento dell’emergenza aperto in prefettura restera’ aperto per seguire l’evolversi della situazione e gestire, ha spiegato il prefetto Francesco Tagliente, ”soprattutto le criticita’ che si stanno verificando in provincia”. La situazione, dopo l’emergenza scattata nel corso della nottata in citta’, e’ andata migliorando stamani grazie all’apertura dello scolmatore a Pontedera. I disagi piu’ forti in provincia, in particolare a Ponsacco, dove il torrente Era ha rotto gli argini su un fronte di circa 20 metri e sta provocando allagamenti nel centro abitato. Sul posto stanno operando i vigili del fuoco con i mezzi anfibi. Proprio al comando di Pisa e in provincia di Livorno dove ha esondato il Cecina, il comando regionale dei vigili del fuoco ha inviato rinforzi da altre citta’ toscane, ma anche dall’Emilia, fin dalle prime ore di stamani. Nella zona di Pisa e’ stato fatto arrivare, per eventuali necessita’, anche l’elicottero del nucleo di Genova. ”Resteremo operativi – ha detto il prefetto Tagliente – anche per garantire l’assistenza alla popolazione ed eventuali criticita’ sulla viabilita’ provinciale che possono crearsi in seguito a smottamenti”. Situazioni critiche, ha aggiunto il presidente della Provincia di Pisa, Andrea Pieroni, ”sono in corso a Peccioli, a Volterra e in una frazione di Montopoli Val d’Arno, ma e’ chiaro che ora la situazione piu’ complicata e alla quale ci stiamo dedicando con maggiore attenzione e’ quella di Ponsacco dove ci sono gia’ case allagate e stiamo verificando se vi siano altre abitazioni in zone rurali che rischiano di restare isolate”.