Meteo 2013 in breve: Ciociaria, l’esempio della stazione meteorologica di Cervaro

MeteoWeb
La regione Lazio, con la Ciociaria evidenziata in giallo e la stazione meteorologica di Cervaro in rosso
La regione Lazio, con la Ciociaria evidenziata in giallo e la stazione meteorologica di Cervaro in rosso

Il 2013 si è appena chiuso ed è ormai tempo di bilanci anche dal punto di vista climatologico. Vista la notevole disomogeneità topografica dell’Italia e la sua peculiare collocazione geografica, i principali parametri meteorologici registrati durante l’ultimo anno hanno mostrato sicuramente una significativa variabilità spaziale, con differenze anche marcate nel raggio di poche decine di chilometri. Stringiamo dunque il nostro campo d’indagine ad una porzione geografica del territorio italiano ben definita, la Ciociaria (alias la provincia di Frosinone, Fig.1), e a titolo di esempio analizziamo i dati collezionati durante tutto lo scorso anno dalla stazione meteorologica di Cervaro, gestita da chi scrive. Certo i diversi fenomeni meteorologici si saranno presentati con intensità e tempi differenti anche all’interno della stessa provincia di Frosinone, con località magari più calde, altre più piovose e via dicendo, ma in linea di massima il trend climatologico fotografato dalla stazione meteorologica di Cervaro per il 2013, può senza dubbio essere considerato rappresentativo dell’intera Ciociaria.

Sicuramente il primo parametro che balza all’occhio dall’analisi del grafico riassuntivo (Fig.2, lineameteo.it) è il considerevole quantitativo di pioggia caduta nel 2013, ben 1714.3 mm, contro una media stimata per questa zona intorno ai 1000/1200 mm annui; tra l’altro nel grafico non sono stati inclusi alcuni importanti eventi piovosi (temporali estivi nel mese di Luglio), a causa di interruzioni nella raccolta dei dati dovute a problemi tecnici. Il cumulato delle precipitazioni nel 2013 è dunque, in realtà, anche superiore al valore riportato, con un surplus rispetto alla media intorno al 60%, davvero considerevole! Primavera e autunno si riconfermano ancora una volta in pole position, con ben 250 mm di pioggia mensile sia a Marzo che a Novembre. Spicca poi il deciso, ovvio calo delle piogge nel periodo estivo, con “un’aridità” che in fin dei conti non è stata poi molto accentuata, essendo stata mitigata dai temporali da calore.

Fig.2 - Grafico riassuntivo del 2013 per la stazione meteo di Cervaro (FR), realizzato da lineameteo.it
Fig.2 – Grafico riassuntivo del 2013 per la stazione meteo di Cervaro (FR), realizzato da lineameteo.it

Dal punto di vista termico invece i dati rispecchiano quello che è, a grandi linee, un clima mediterraneo temperato, con accenti di continentalità. La differenza tra le temperature minime e massime si mantiene infatti mediamente intorno ai 10°C, ma con estremi anche decisamente superiori, indice di un’inversione termica particolarmente spinta e frequente. È bello notare come l’andamento a campana delle temperature ci segnali lo scorrere e l’alternarsi delle stagioni, passando da una media delle massime intorno agli 11°C a Gennaio, a valori di ben 32°C ad Agosto, uno sbalzo decisamente importante.

Infine, per chiudere, si noti come la temperatura media complessiva abbia toccato il minimo assoluto nel mese di Febbraio, e non di Gennaio, di buon auspicio dunque, per noi freddofili, per future ondate di freddo.