Previsioni meteo: peggiora nel fine settimana, ma che “caldo” al Sud!

MeteoWeb

venerdiE’ inutile ribadirlo… l’Inverno (quello vero) è latitante ma, se non altro, ci siamo appena sbarazzati di una tenace Alta Pressione di matrice sub-tropicale che, per diversi giorni, ha interessato la nostra Penisola grazie al risolutivo “intervento” delle correnti atlantiche. La perturbazione n.4 del mese di gennaio ha avuto il merito di “rompere” la monotonia anticiclonica favorendo piogge e nevicate, a quote medie sulle regioni Settentrionali, su buona parte della Penisola.
sab_96_pressDopo un’effimera tregua ecco che, dall’Atlantico, giunge la Perturbazione n.5 che raggiungerà, nel corso della giornata di domani giovedì 16 gennaio, le regioni Nord-Occidentali.

Sospinta da correnti oceaniche la perturbazione sarà preceduta, così come spesso accade con codesto tipo di circolazione, intense correnti sud-occidentali in quota le quali, tra venerdì 17 e domenica 19, favoriranno condizioni di tempo perturbato in particolare sulle regioni Settentrionali e su quelle del medio-alto versante Tirrenico. Peggioramento decisamente più labile sulle rimanenti regioni Centro-Meridionali le quali, investite dal più che mite richiamo sciroccale “assaporeranno” un’ulteriore impennata delle temperature, specie tra sabato 18 e domenica 19, fin verso valori primaverili.
Rtavn902D’altronde le carte a supporto di questa situazione sono piuttosto eloquenti: +13/14°C ad 850 hPa (circa 1550 metri), che al suolo potrebbero “tradursi” in +20/22°C specie sulla Sicilia,  non sono certamente valori tipici della stagione invernale.
Ma quando si potrà assistere ad una vera svolta dal “sapore” invernale? Al momento è necessario attendere l’acquisizione di maggiori dati sul raffreddamento in atto sull’Europa orientale da parte dei maggiori centri di calcolo e monitorare con attenzione i prossimi “movimenti” atmosferici.
A voi il compito di seguirci con la dovuta attenzione.