Sci Nordico: condizioni neve ottimali per la “Marcia Gran Paradiso”

MeteoWeb

fondo_1

Dopo l’archiviazione domenica scorsa della MarciaLonga, la notissima gara internazionale di sci nordico (70 km) in Val di Fiemme (TN) è tempo di un’altra grande classica granfondo italiana. La MarciaGranparadiso di Cogne (AO), ai piedi del Massiccio del Gran Paradiso e del suo omonimo Parco Nazionale. La gara di 45 km, alla sua 34° edizione, rientra quest’anno nel calendario della FIS (Federazione Internazionale Sci) e si presenta  con condizioni di innevamento ottimali.  Condizioni quest’anno presenti in gran parte delle Alpi occidentali, in particolare fra alto Piemonte e Valle d’Aosta. Non così è stato in questo inizio di inverno per altre aree d’Europa (Austria, Slovenia, Germania, Polonia) dove la neve è stata scarsa o nulla, e molte gare di sci sono state annullate o disputate su paesaggi tutto fuorché invernali. La MarciaGranParadiso, che ha visto in passato partecipanti da Europa, Asia e Am
erica, quest’anno sta riscuotendo un grande successo fra gli atleti scandinavi, oltre ovviamente ai tanti atleti e appassionati da tutta Italia.  Attualmente sul tracciato unico di ben 45 km interamente nel Comune di Cogne(localizzato fra le quote di 1.380 m di Epinel e 1.750 m della Valnontey) la neve oscilla fra i 100 e i 110 cm e le temperature in queste ore sono piuttosto rigide, -11°C alle 09:00 a 1.700 metri. Queste condizioni, grazie alle nevicate di questi ultimi giorni, permettono di avere condizioni di neve ottimale per gli sci stretti. Sono ancora attesi impulsi nevosi nei prossimi giorni, ma per ora non si prevedono accumuli notevoli. Nei prossimi giorni le temperature si manterranno di fatto tutto il giorno sotto lo zero lungo tutto il tracciato, mentre un rialzo termico (intorno allo zero termico a 1.500 metri) è previsto durante il weekend quando giungeranno correnti più umide con spazio a nuove deboli nevicate (condizioni ancora da confermare, visto che i modelli presentano ancora incertezza). Questa situazione renderà sicuramente più confortevole la gara dal punto di vista termico per gli atleti, ma questa incognita neve renderà un maggiore impegno per gli skiman impegnati a preparare gli sci con le scioline adatte. Condizioni meteo di questo genere hanno spesso in passato cambiato le sorti di gare olimpiche o di coppa del mondo, facendo prevalere al traguardo chi avesse scelto materiali adatti alle condizioni. Appuntamento dunque domenica 2 febbraio sulla piana di S.Orso a Cogne per questo importante evento sportivo nel panorama degli sport invernali in Italia.

cogne

 

Cogne Stadio del Fondo – Pista di Coppa del Mondo FIS