Ambiente: Abruzzo, no della Coldiretti al gassificatore nella Marsica

MeteoWeb

gassUn categorico no, quello della Coldiretti, al gassificatore pirolitico nel comune di San Benedetto dei Marsi e di Cerchio. L’accesa discussione sull’impianto si è tenuta in questi giorni, tra polemiche e preoccuazioni di cittadini e agricoltori. Da ciò che si apprende su abruzzolive.tv, l’impianto, che si proporrebbe di risolvere il problema dello smaltimento dei rifiuti e di produrre energia, secondo gli agricoltori sarebbe altamente nocivo all’economia agricola della Marsica che, nota proprio per le sue produzioni tipiche a marchio, quali patate e carote Igp, verrebbe gravemente danneggiata da un impiano a così alto impatto ambientale. Stesso discorso per cittadini e consumatori preoccupati per le conseguenze che potrebbe avere sulla salute la realizzazione di un impianto a combustione interna che dovrebbe produrre energia elettrica da sansa e vinaccia e altri materiali di provenienza non definita. forestIl territorio marsicano è il centro dell’ economia agricola dell’Abruzzo, una regione che si sta imponendo negli ultimi anni per la salubrità e la qualità sei suoi prodottidice il direttore di Coldiretti L’Aquila, Massimiliano Volpone -. Non possiamo permettere la realizzazione della centrale e ci batteremo con tutte le nostre forze per evitare che l’ iter di approvazione dell’impianto giunga a conclusione effettiva. Ci associamo agli ultimi provvedimenti presi dalla Regione che, tramite la Direzione Ambiente, impedisce di fatto di adottare provvedimenti per la realizzazione dell’impianto e chiediamo con forza un passo indietro da parte della Project Financing Riqualificazione Pomigliano srl di Napoli. Se ciò non accadesse ci impegniamo fin da ora a continuare a lottare con cittadini e agricoltura“.