Malaria: una mutazione genetica rende il mosquito resistente agli insetticidi

MeteoWeb

MALARIA - CopiaUn gruppo di ricercatori della Liverpool School of Tropical Medicine, guidato da Charles Wondji, ha scoperto una singola mutazione genetica che causa una maggior resistenza del mosquito al Ddt e ai piretroidi. Lo studio, pubblicato sulla rivista Genome Biology, potrebbe portare a migliori metodi per le strategie di controllo della malaria. La mutazione avviene a carico del gene GSTe2, che permette all’insetto di rompere la molecola del Ddt in modo da non renderlo piu’ tossico. Inoltre, gli scienziati hanno dimostrato che questo gene rende gli insetti resistenti ai piretroidi il che aumenta la preoccupazione circa il fatto che potrebbe anche proteggere i mosquito dai piu’ importanti insetticidi usati comunemente per la salute pubblica. Il mosquito (Anopheles funestus) e’ vettore della malaria e viene combattuto soprattutto tramite insetticidi. Gli scienziati hanno scoperto che una singola mutazione (chiamata L119F) riusciva a cambiare una versione non resistente del gene GSTe2 in una versione resistente al Ddt.