Maltempo: a Cortina continua a nevicare, domani scuole chiuse

MeteoWeb

cortinaNevica pressoche’ ininterrottamente da una settimana e gli operai del Comune e della Gis hanno lavorato giorno e notte per mantenere libere le strade dalla neve che continuava a cadere. ”A loro va la nostra completa riconoscenza – dice il vicesindaco Enrico Pompanin – Sono stanchissimi ma la loro opera procede indefessa. Un vero esempio di merito e impegno civile. Grazie di cuore anche ai membri delle squadre giunte a Cortina per dare una mano: al Soccorso Alpino, Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, ai Vigili del fuoco, all’Esercito e ai volontari della Protezione civile. Il loro contributo e’ essenziale e Istituzioni e popolazione esprimono la loro gratitudine. Un riconoscimento, infine, al personale Se.Am, che mantiene attivi i collegamenti del trasporto pubblico pur nelle condizioni avverse”. Il vicesindaco spiega che ”Le nevicate hanno ripreso con rinnovato vigore, mentre la neve a lato delle strade di accumula ad ogni passaggio dei mezzi. La neve continua a cadere ma, per quanto le condizioni lo permettono, manteniamo aperta la circolazione e cerchiamo di liberare i marciapiedi. Diverse, ormai, le ditte private ingaggiate per affiancare i lavori di sgombero, mentre le squadre del Soccorso Alpino, del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e degli Alpieri ( alpini rocciatori ) sono impegnati nello sgombero dei tetti delle scuole, impegno che riveste la priorita’ negli interventi”. ”Le scuole stesse rimarranno chiuse anche domani per permettere l’operazione logistica di rimuovere la neve sgomberata dai tetti con camion e scavatrici meccaniche. I Vigili del Fuoco e un’ulteriore squadra del Soccorso Alpino sono impegnati a liberare la copertura dello stadio del Ghiaccio. I privati ingaggiati sono al lavoro per liberare le coperture di altri edifici pubblici, tra le quali il Comune. L’esercito e’ impegnato nello sgombero delle vie pedonali e nel mantenere aperta, con l’impiego di un mezzo, la via d’accesso ai generatori di Pian da Lago”, spiega il vicesindaco. ”Relativamente alla notizia che un tetto della scuola e’ crollato, circolata in giornata, il Comune la smentisce nettamente, precisando che a crollare sono state alcune baracche di legno destinate al deposito del legname adiacenti all’istituto alberghiero. I tetti delle scuole sono sicuri e gli interventi continui e serrati per liberarli dall’accumulo di neve sono volti proprio a far si’ che rimangano tali”, spiega il vicesindaco di Cortina. ”Nel tardo pomeriggio si terra’ una riunione di coordinamento che assegnera’ le risorse per il giorno successivo. L’obiettivo e’ terminare le scuole, mentre aspettiamo ulteriori forze distaccate dal Com (Centro Operativo Misto Di Protezione Civile ) di Borca”, conclude.