Maltempo, ancora frane e crolli al centro/nord: brevi di cronaca da Roma, Cantagallo e Ne

MeteoWeb

frana_trevisoUna frazione del comune di Cantagallo, Fossato, e’ rimasta isolata da uno smottamento che ha provocato veri e propri ‘scalini’ alti anche 40 centimetri, nelle strade di accesso al piccolo centro dove vivono una quindicina di persone. Il 118 ha fatto partire a scopo precauzionale, d’intesa con le Asl di Firenze e di Prato, una colonna per il servizio sanitario composta da un veicolo fuoristrada, un’ambulanza, una struttura Tma, cioe’ una tenda pneumatica attrezzata per il primo soccorso, oltre ad un medico ed un infermiere.

Piogge e nubifragi hanno bagnato a tal punto il terreno sopra la provinciale 26 della Graveglia, nell’entroterra della provincia di Genova, da farlo sciogliere in fango e invadere la carreggiata. E’ successo al km 7,2 nel Comune di Ne, dove e’ stato istituito un senso unico alternato: la meta’ a monte della carreggiata e’ stata ricoperta dalla melma colata dal versante, in cui una parte del terreno, sotto l’azione delle piogge, si e’ letteralmente liquefatta. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Provincia che hanno rimosso buona parte del materiale, ma il fango ha poi ripreso a scendere sulla carreggiata. Per questo e’ stata deciso il senso unico alternato a vista e un mezzo meccanico. Una pala gommata, restera’ nella zona, monitorata dai tecnici della viabilita’, per essere pronta a intervenire sulla strada.

Uno straniero e’ stato tratto in salvo dai Vigili del fuoco che hanno scavato fra le macerie dopo il crollo di un solaio nell’appartamento di un palazzo a Morlupo, vicino Roma. Il solaio, formato da una struttura in legno, e’ crollato improvvisamente, forse dovuto dalle infiltrazioni causate dal maltempo negli ultimi giorni. I pompieri sono stati impegnati in una corsa contro il tempo nelle operazioni di salvataggio.