Maltempo in Europa, Regno Unito in ginocchio: morti e migliaia senza luce

MeteoWeb

01Il maltempo continua a flagellare il Regno Unito. Dopo le piogge battenti dei giorni scorsi ora arrivano anche i venti che soffiano fino a 130 chilometri orari. Il bilancio e’ di almeno due morti e oltre 140mila abitazioni senza elettricita’, mentre due escursionisti risultano ancora dispersi in Scozia sul Ben Nevis. Dall’altra parte della Manica, nella regione francese della Bretagna, e’ invece tornata la calma, anche se 90mila case sono senza corrente elettrica. Secondo le previsioni di Meteo France la tempesta Ulla – con venti che hanno soffiato fino a 150 chilometri orari – si sta dirigendo verso il Mare del Nord.
02L’attenzione adesso e’ concentrata nelle aree del sud dell’Inghilterra e del Galles meridionale dove le forti perturbazioni hanno causato disagi anche nei trasporti ferroviari e nelle strade. Una donna e’ morta a Londra nel crollo parziale di un edificio sulla sua auto, mentre un anziano e’ deceduto durante una crociera, quando un oblo’ della sua cabina e’ stato distrutto dalla forza delle onde nel Canale della Manica. Diversi tra i 735 passeggeri della nave da crociera Marco Polo per lo piu’ britannici, sono rimasti feriti. La nave, il cui arrivo e’ previsto domani a Tilbury, nel sud-est dell’Inghilterra, torna da una crociera ai Caraibi. Ieri sera trenta persone sono state evacuate da un ristorante del lungomare a Milford on Sea (nel sud), dopo l’esplosione dei vetri delle finestre causate dai forti venti.
03Questa mattina, piu’ di 140mila case erano ancora senza elettricita’ secondo la societa’ Energy Networks Association (Ena). “Nella notte una violenta tempesta ha sradicato oltre 120 alberi, provocando il blocco di decine di strade nel sud dell’Inghilterra”, ha riferito un portavoce della rete ferroviaria Network Rail. I servizi meteo hanno messo in guardia la popolazione sui rischi di nuove inondazioni. E si teme per il Tamigi che nelle prossime ore potrebbe raggiungere un nuovo livello record. I venti che hanno soffiato a circa 130 km orari dovrebbero continuare anche nelle prossime ore mentre entro domani si attendono fino a 40 millimetri di pioggia. Prosegue intanto il lavoro dei militari in soccorso alle migliaia di persone che stanno tentando di proteggere le loro case con sacchi di sabbia. A dare una mano anche i principi William e Harry.