Maltempo in Veneto, piena dei fiumi: la protezione civile attiva le procedure d’emergenza

MeteoWeb

Bacchiglione padovaLa Protezione civile di Padova ha attivato tutte le procedure di emergenza per dare supporto ai Comuni interessati in particolare dalla piena dei fiumi Bacchiglione, Bisatto e Fratta Gorzone. La Sala operativa e’ gia’ funzionante 24 ore su 24 fin dai giorni scorsi e le varie situazioni vengono seguite direttamente dalla sede di via dei Colli 178 dal personale provinciale e dai volontari. Sul posto sono presenti anche la presidente della Provincia di Padova Barbara Degani e l’assessore provinciale alla Protezione civile Mauro Fecchio che stanno seguendo l’evolvere delle varie situazioni. Gli uffici della Protezione civile provinciale hanno reso noto che la condizione e’ resa difficile soprattutto nei Comuni localizzati lungo l’asta del Bacchiglione, del Bisatto e del Fratta Gorzone dove i livelli hanno superato quelli raggiunti dall’alluvione del 2010. Tra le situazioni piu’ difficili si segnala Bovolenta, Battaglia, Selvazzano. Il volontariato e’ stato mobilitato con circa 500 persone che anche ieri hanno prestato aiuto ai cittadini o nei Comuni piu’ in difficolta’. Dalla mattinata di oggi sono attivi gia’ 250 volontari destinati a crescere nelle prossime ore. E’ operativo anche il magazzino provinciale della Protezione civile che ieri ha predisposto e distribuito circa 3.000 sacchi di sabbia per le amministrazioni locali colpite e anche per i cittadini, molti dei quali sono giunti in via dei Colli a ritirare i sacchi di persona.