Maltempo nel bellunese: ancora blackout per 15 mila famiglie

MeteoWeb

black-outSono ancora 15.767 famiglie bellunesi prive di energia elettrica per il blackout a causa del maltempo. A circa 9 mila utenti e’ stato invece ripristinato il servizio grazie all’opera dei tecnici di Enel Distribuzione che hanno individuato i guasti lungo le reti di media tensione. Nel frattempo proseguono le attivita’ del Centro Coordinamento Soccorsi attivato dalla prefettura di Belluno presso la Sala Operativa Provinciale Integrata, nonche’ quella dei Centri Operativi Misti attivati presso i Comuni di Cencenighe Agordino, Borca di Cadore, S. Stefano di Cadore. I tecnici Enel stanno installando gruppi elettrogeni nelle zone in cui, a causa dei guasti, non si prevede il ripristino a breve termine della rete ordinaria. Le squadre di intervento di Enel Distribuzione, con circa 250 unita’ in campo, continueranno sugli altri fronti per riparare e ripristinare le linee elettriche. Dall’alba sono al lavoro anche numerosi volontari di protezione civile impegnati in vari comuni per sgomberare la neve dalle strade e dai tetti. Ulteriore aiuto verra’ dall’Esercito, interpellato ieri sera dalla Prefettura e gia’ pronto ad attivarsi con uomini e mezzi, mentre presso il 7/o Reggimento Alpini di Belluno e’ stata creata una sala operativa che e’ direttamente in contatto con il Comando Operativo Interforze di Padova e che gestira’ gli assetti specialistici dei Reggimenti Genio di Udine e di Trento. Infine e’ stato predisposto un nucleo per il pronto intervento operativo che ha base al “Calvi” di Tai di Cadore dove sono presenti mezzi cingolati per il trasporto di personale e materiali su terreni innevati. Non si segnalano difficolta’ di circolazione sulle strade bellunesi tranne a passo Cimabanche, che e’ ancora chiuso e probabilmente sara’ riaperto entro la giornata. Frattanto il personale di Anas e Veneto Strade sta proseguendo nelle attivita’ di sgombero della neve sulle arterie di rispettiva competenza.