Maltempo nel Bellunese: prosegue l’intervento dell’Esercito in soccorso alla popolazione

MeteoWeb

maltempo_veneto_esercitoSono ottanta i militari dell’Esercito impegnati da venerdi’ a soccorrere la popolazione del Bellunese colpita da pesanti nevicate. I militari, intervenuti su richiesta della Prefettura di Belluno, stanno operando con 4 BV206 (veicoli cingolati speciali nati per operare in climi estremi ed innevati), 5 pale caricatrici gommate, 1 terna ruotata, 3 camion Astra per il trasporto della neve rimossa. Presso la sede del 7^ reggimento alpini e’ stata costituita una sala operativa per il coordinamento delle attivita’, in collegamento continuo, con la sala operativa provinciale integrata gestita dalla locale Prefettura. L’Esercito sta operando nell’Alto Cadore, in particolare nei centri di Venas di Cadore, Vodo di Cadore, San Vito di Cadore, Cencenighe Agordino e Santo Stefano di Cadore. Di particolare importanza l’intervento di un cingolato delle truppe alpine che ha trasportato generi di prima necessita’ e carburante presso l’abitato di Zoppe’ di Cadore, rimasto isolato a causa di varie slavine che hanno interessato le normali vie di comunicazione stradale. I mezzi speciali del genio dell’Esercito continueranno anche nelle prossime ore a sgombrare le strade della provincia di Belluno dalla neve ed agevolare il ripristino ella viabilita’. Inoltre, la forza armata ha messo a disposizione un’ambulanza ed un medico in grado di muoversi ed intervenire prontamente in ambiente montano per l’eventuale soccorso e recupero di personale rimasto isolato e/o con problemi di salute. Grazie alla capacita’ ‘dual-use’ dei propri reparti genio, l’Esercito oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali e’ in grado d’intervenire nei casi di pubbliche calamita’ ed utilita’, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunita’ nazionale.