Protezione Civile Veneto: proclamato stato di preallarme e attenzione

MeteoWeb

protezione civile venetoIn riferimento alla situazione meteorologica attesa in Veneto la Protezione Civile ha dichiarato dalle 12.00 di domani alle 20.00 di lunedi’ per rischio idrogeologico lo Stato di Preallarme su: Vene-A (Alto Piave – provincia di Belluno) Vene-B (Alto Brenta-Bacchiglione – province di Vicenza, Belluno e Treviso) Vene-C (Adige-Garda e Monti Lessini – province di Verona e Vicenza) Vene-D (Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige – prov. di Ro, Vr, Pd e Ve) Vene-E (Basso Brenta – Bacchiglione – province di Pd, Vi, Vr, Ve e Tv). Ha dichiarato inoltre lo Stato di Attenzione su: Vene-F (Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna – province di Ve, Tv, Pd) Vene-G (Livenza, Lemene e Tagliamento – province di Venezia e Treviso). Per Rischio Idraulico e’ stato dichiarato lo Stato di Preallarme su: Vene-D (Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige – prov. di Ro, Vr, Pd e Ve) Vene-E (Basso Brenta – Bacchiglione – province di Pd, Vi, Vr, Ve e Tv) limitatamente ai Comuni rivieraschi del sistema Fratta-Gorzone. I Comuni, afferma la nota regionale, dovranno porre in atto le procedure di allertamento dovute a conclamate criticita’ o particolari sofferenze idrogeologiche ed idrauliche presenti nel territorio di competenza. In particolare i Comuni caratterizzati dalla presenza di fenomeni di colate rapide dovranno attivare “idonee azioni di controllo del territorio”. Nel tratto Veneto dell’asta del fiume Po, a seguito del passaggio della piena, potranno essere interessate le strutture e le attivita’ delle aree golenali aperte, mentre non si prevede l’interessamento delle aree golenali chiuse. Lo stato di rischio idraulico moderato nelle zone Vene-D e Vene-E, come ormai noto, e’ determinato dai livelli sostenuti del sistema Fratta-Gorzone. Allo stato attuale la situazione e’ costantemente monitorata dalla Difesa Idrogeologica di Padova e Forestale di Padova e Rovigo (ex-Genio Civile).