Salute: temperatura e umidità possono influenzare il rischio di ictus

MeteoWeb

temperature temperatureI cambiamenti nel meteo potrebbero essere legati alle ospedalizzazioni a causa di ictus. A dirlo uno studio presentato durante l’American Stroke Association’s International Stroke Conference 2014. La ricerca e’ stata condotta dalla Yale School of Public Health in New Haven, Connecticut. Gli scienziati hanno scoperto che i ricoveri ospedalieri per ictus e i tassi di morte potrebbero innalzarsi o diminuire seguendo cambiamenti nella temperatura ambientale e del punto di rugiada, cioe’ la temperatura alla quale l’aria diventa satura di vapore acqueo e cominciano a formarsi gocce d’acqua, ovvero condensazione. ”Le condizioni meteorologiche rientrano fra i tanti fattori associati con le ospedalizzazioni per ictus”, ha commentato Judith H. Lichtman, fra gli autori dello studio. I ricercatori hanno coinvolto un campione di 134.510 persone, di eta’ superiore ai 18 anni, ammessi in ospedale fra il 2009 e il 2010 a causa di ictus ischemico. Gli scienziati hanno poi confrontato questi dati con quelli delle temperature e dei punti di rugiada trovando che, ad esempio, piu’ ampi cambiamenti nelle temperature e nei punti di rugiada, corrispondente a maggiore umidita’, erano associate a maggiori ricoveri e l’abbassamento delle temperature annuali medie era associato con ricoveri ospedalieri e mortalita’.