Smog, situazione critica in Cina: Pechino avvolta da una soffocante nube di PM 2,5 [FOTO]

/
MeteoWeb

CHINA-ENVIRONMENT-POLLUTIONNuovo allarme inquinamento nel nord della Cina e a Pechino, che ha fatto registrare un’impennata nelle vendite di mascherine e purificatori di aria. E’ quanto hanno riferito i media locali.
Ieri il Centro meteorologico nazionale cinese ha diffuso per il quinto giorno consecutivo un allerta “giallo” per smog in gran parte del nord del paese, mentre nella capitale da venerdì scorso è in vigore l’allerta “arancione”, il secondo più alto della scala di valori.
CHINA-ENVIRONMENT-POLLUTIONUn’allerta dovuta ai livelli delle particelle note come PM 2,5 che hanno superato i 400 microgrammi per metro cubo, oltre 16 volte il livello indicato dall’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) di 25 microgrammi. Le particelle di particolato sono le più pericolose perché si insinuano negli organi interni.
Stando a quanto riportato oggi da China National Radio, in uno solo negozio di Pechino le vendite di purificatori sono triplicate negli ultimi giorni. Nella capitale le autorità sono intervenute ordinando alle imprese di fermare la produzione e cancellando attività scolastiche all’aperto. Stando a quanto precisato da Xinhua, sono 147 le industrie che hanno ridotto o sospeso le attività.
Il Centro meteorologico nazionale ha fatto sapere che l’allarme inquinamento durerà almeno fino a giovedì.

CaiWanpei_MGzoomIl presidente cinese Xi Jinping ha sorpreso oggi i suoi concittadini uscendo per una passeggiata nelle strade di Pechino, da giorni avvolta da una fitta coltre di smog. Su internet le immagini del capo dello Stato che cammina nelle vie di Pechino, chiaccherando con i passanti, hanno alimentato il dibattito già piuttosto acceso sulla nuova “apocalisse dell’aria” che ha colpito la capitale. All’Università di Pechino, le statue che ritraggono gli intellettuali cinesi Li Dazhao, Cai Yuanpei e Chen Daisun, come quella dello scrittore spagnolo Cervantes, sono state munite di mascherine alla bocca, stando alle fotografie postate dagli internauti. “Questa è una protesta silenziosa”, ha scherzato un utente del Twitter cinese, Weibo. E’ apparso invece senza mascherina il presidente Xi, che ha visitato il quartiere di Nanluoguxiang, dove sono concentrati ristoranti e piccoli negozi, seguito dagli obiettivi delle telecamere televisive.