Speciale Sochi 2014 : Arianna d’argento! Continuano il caldo e la scalata tedesca. Day : 6

  • La britannica combina un pasticcio
    La britannica combina un pasticcio
  • Arianna sbatte sui materassi
    Arianna sbatte sui materassi
  • Arianna con il tricolore
    Arianna con il tricolore
  • Podio Short Track 500 m
    Podio Short Track 500 m
  • Relax al Laura Ski Centre
    Relax al Laura Ski Centre
  • Sci Nordico, atleta USA in maniche corte
    Sci Nordico, atleta USA in maniche corte
  • Neve molla all'Extreme Park del Rosa Khutor
    Neve molla all'Extreme Park del Rosa Khutor
  • Giù a Sochi, caldo
    Giù a Sochi, caldo
/
MeteoWeb

ol6.4Dopo alcuni giorni a digiuno, l’Italia torna sul podio grazie ad Arianna Fontana che vince l’argento nei 500 m dello short track. Una gara incredibile, come spesso accadde in questo sport, Arianna cade per la spinta della britannica Christie che cade anche lei cade facendo cadere a sua volta al coreana Hi-Park, favorita insieme ad Arianna per l’Oro. Nel frattempo la cinese Li, che era 4°, va tranquillamente a prendersi l’oro. Arianna si rialza e riesce a giungere terza, dietro la britannica. A fine gara però i giudichi, dopo la prova TV, assegnano una penalità alla Christie per l’incidente provocato e l’argento va alla nostra Arianna. Resta comunque l’amarezza perchè l’oro, senza caduta, era a portata di mano. La valtellinese, dopo il bronzo in staffetta a Torino nel 2006, e dopo il bronzo a Vancouver 2010 nei 500 m, ha oramai la maturità per puntare  in alto. Comunque lo short track non è ancora finito e speriamo arrivino altre gioie dalla pattinatrice azzurra. Grazie a questo argento l’Italia porta a casa la terza medaglia.  Segnaliamo anche il 5° posto dell’Italia nella staffetta di slittino, una specialità dello slittino che viene disputata per la prima volta alle olimpiadi. Lontani gli italiani nelle altre prove di oggi. Nel medagliere la Germania rafforza la sua prima posizione portando a casa il 7°oro. Appaiati ora con 4 ori : Canada, Norvegia, Paesi Bassi e  Usa. Russia ferma ancora a 2 ori e 17° l’Italia. Dal punto di vista meteorologico, oramai la primavera russa (una volta era famoso il generale inverno russo) inizia a fare notizia su tutti i giornali del mondo e oggi sulla pista di sci nordico, ai 1.450 m del Laura Ski Centre, si è registrata una temperatura massima di ben +13,3°C. Molte atlete oggi hanno gareggiato in maniche corte, con condizioni della neve molto “molla”. Giùol6.9 a Sochi la temperatura in riva al mare ha toccato i +15,4°C e i temerari russi non si sono fatti scappare il bagno neppure oggi, molti gli scatti oggi sui giornali a proposito dei bagni fuori stagione. Previsioni per domani, piatte! Sole con innocui passaggi nuvolosi, caldo e temperature anche in quota ampiamente sopra lo zero. La salvezza di queste olimpiadi sono legate alla buona quantità di neve che è caduta prima dei giochi. A 1.000 metri si registrano 59 cm di neve e oggi sono stati persi 3 cm di spessore e indicativamente altrettanti verranno persi domani. L’organizzazione russa e il CIO, almeno ufficialmente, non sembrano preoccupati. Alcuni giornali stranieri iniziano a parlare di ultime edizioni “troppo calde”, volendo includere erroneamente anche Torino. Qualcuno parla di riscaldamento globale, ma forse la vera causa è la scelta delle “location”, dettata da altri fattori e meno dalla condizioni climatiche possibili e questo è sicuramente valso maggiormente per la località russa più che per la sfortunata Vancouver. Qualcuno inizia comunque a gongolarsi poichè non poteva avere occasioni migliore per punzecchiare i giochi di Putin sostenendo che non basta spendere ingenti somme, se poi non ci sono le condizioni climatiche adatte per lo svolgimento dei giochi. Qualcun’altro invece insinua sulla poca sportività degli spettatori russi, che a detta della stampa estera, sostengono solamente i propri atleti e applaudono poco le prestazioni, spesso magistrali, degli atleti non di casa. Polemiche a parte, da segnalare per domani ancora fondo e biathlon, ma soprattutto di nuovo in pista Innerhofer nella super-combinata di sci alpino. Dunque ancora sport , ancora emozioni e mentre in Italia trema il governo a Sochi non si trema certo per il freddo.

Foto Olympics, Sochi, Google, H.Wickenheiser