Speciale Sochi 2014, Innerhofer bis! Il caldo non demorde e a Sochi +17°C. Day : 7

  • Super Combinata, pista Rosa Khutor
    Super Combinata, pista Rosa Khutor
  • Innerhofer festeggia a modo suo
    Innerhofer festeggia a modo suo
  • Podio della Super Combinata
    Podio della Super Combinata
  • Dario Cologna (SUI), oro Sci nordico
    Dario Cologna (SUI), oro Sci nordico
  • Cologna va a salutare l'ultimo arrivato
    Cologna va a salutare l'ultimo arrivato
  • S.Valentino Olimpico
    S.Valentino Olimpico
  • Da neve ad acqua
    Da neve ad acqua
/
MeteoWeb

ol7-4In una giornata in cui la sicurezza era nelle temperature elevate è arrivata anche un’inattesa medaglia per l’Italia, la quarta. Chritof Innerhofer fa il bis e dopo l’argento in libera, porta a casa un bronzo insperato nella super combinata di sci alpino (discesa libera + slalom speciale). In condizioni di neve difficili Christof riesce ad interpretare una gara che non è la sua e ci regala un’altra emozione. La prova di discesa libera era già stata anticipata di un’ora per via delle temperature, +7°C alle 08:00 di mattina in zona arrivo sulla pista di Rosa Khutor. Christof nella prima manche in libera, la sua specialità arriva solo 8°, e quindi le speranza erano per Peter Fill che era arrivato 16°, ma che poteva avere buone speranze in slalom speciale. Lo stesso Christof in un intervista fra una manche e l’altro affermava che questa non era la sua gara e invece una prestazione magistrale anche in slalom e una grande rimonta fanno si che l’azzurro agganci il bronzo. Tante le inforcate, causate anche dalla neve difficile, fuori anche Fill. Gli organizzatori per la seconda manche avevano additivato la neve al fine di provocare una reazione che la compatti un pò, azione necessaria perchè, in zona partenza a 1.100 m, la temperature era schizzata a +11°C. La gara viene vinta dallo svizzero Sandro Viletta che fa balzare con 5 ori la squadra elvetica al secondo posto nel medagliere, che resta però saldo alla Germania. Una Svizzera che sta stupendo in queste olimpiadi, anche grazie alla vittoria di Dario Cologna nello sci nordico, che dopo le cadute nella prova sprint, oggi nella 15 km a cronometro fa la voce grossa. La solfa al Laura Ski Centre è quella  di ieri, +12,5°C ai 1.450 m, dunque si confermano le nostre supposizioni, prima dell’inizio dei giochi, che la pista di sci nordico fosse troppo esposta al sole. Lo dimostrano le temperature elevate anche in quota. Passiamo al pattinaggio figura  e segnaliamo nella prova di oggi il ritiro per un problema fisico del russo Pljushenko, pattinatore, che ha incantato il mondo a Torino 2006 con l’oro nella prova maschile. In ogni caso anche in queste olimpiadi il russo torna a casa con un oro a squadre, uno dei due ori vinti finora nel magro bottino russo.  Domani giornata intensa, con tante gare interessanti per l’Italia, tra cui il super-g femminile e lo short track. Da seguire la staffetta femminile di sci nordico e la partita di hockey maschile USA-Russia, una sfida d’altri tempi, ricordando il “miracle on ice” dei giochi di Lake Placid 1980. Oggi, nel Curling, di fronte le stesse due squadre, e gli americani battono i russi 6 a 5. Dal punto di vista meteo, per domani, sono previsti alcuni passaggi nuvolosi in più, che dovrebbe limare leggermente le punte massime termometriche raggiunge in questi due ultimi giorni. Dal punto di vista della neve continua ad assotigliarsi lo spessore che raggiunge i 55 cm all’arrivo delle piste di sci alpino. Giù in città invece toccati oggi i +17°C, temperatura record dall’inizio dei giochi.  Sono attesi per domenica i primi cambiamenti con un ribasso termico, ma per ora a fare notizia è ancora il caldo.

Photo Credits : Olympics, Sochi2014, RSI, Corriere, FIS