Brillamento di lunga durata stamane sulla fotosfera: dal Sole alla Terra in 72 ore…

MeteoWeb
Credit: NASA
Credit: NASA

Le aree attive presenti sulla superficie del Sole divengono talvolta instabili, producendo brillamenti associati ad espulsioni di massa coronale. Ed è proprio ciò che è accaduto questa mattina poco dopo le 4:30 (ora italiana), quando la macchia solare AR2014 ha generato un flare di classe C di lunga durata. Proprio in virtù di tale intervallo e della sua intensa attività svolta nel corso di qualche ora, il brillamento ha scatenato l’equivalente energetico di un flare di classe più elevata. A svelarne i dettagli il Solar Dynamics Observatory della NASA, che associato al Solar and Heliospheric Observatory (SOHO), ha registrato una nube luminosa ricca di particelle cariche emersa dal luogo dell’esplosione. La nube di plasma potrebbe raggiungere il campo magnetico terrestre nei prossimi tre giorni.