Cina, una nuova arma contro lo smog: i droni “cattura inquinamento”

MeteoWeb

inquinamento smogPer combattere lo smog in Cina arrivano i nuovi droni “cattura inquinamento”. Testato con successo durante il fine settimana nella provincia di Hubei, il prototipo e’ stato progettato per disperdere le particelle inquinanti sopra le citta’. Il progetto, guidato dalla China Meteorological Administration e da esperti di aviazione, e’ stato costruito dalla societa’ statale Aviation Industry Corp of China (AVIC). Chiamato “Parafoil” il dispositivo anti-inquinamento e’ montato su un drone munito di un paracadute per il volo planato e puo’ trasportare fino a 700 chilogrammi di prodotti chimici anti-smog che possono essere spruzzati entro un raggio di 5 km. Questi particolari prodotti (catalizzatori chimici) reagiscono poi con le particelle di smog e “bloccano” le sostanze inquinanti facendole cadere a terra. Secondo i progettisti, il nuovo velivolo costa il 90% in meno rispetto ai droni ad ala fissa attualmente utilizzanti in Cina per eliminare l’inquinamento. Il Parafoil sembra inoltre essere piu’ preciso, piu’ facile da controllare e non possiede complicati requisiti di atterraggio.