L’America si prepara alle “Tetrads”: 4 eclissi totali di luna, succede ogni 300 anni

L'eclisse parziale di Luna
L’eclisse parziale di Luna

Gli Stati Uniti e l’America settentrionale in genere si preparano ad una straordinaria serie storica di eclissi lunari. La prima avrà luogo il 15 Aprile 2014, quando la Luna piena attraverserà l’ombra della Terra, producendo un’eclissi visibile a mezzanotte su tutto il Nord America. Sarà il primo di 4 eventi consecutivi che si verificheranno a intervalli di circa sei mesi. Quella del 15 Aprile sarà seguita da un’altra l’8 Ottobre 2014, da una terza il 4 Aprile 2015 e da una quarta il 28 Settembre 2015. “La cosa più sorprendente è il fatto che questi eventi siano tutti o in parte visibili dagli States“, dice Fred Espenak, noto esperto di eclissi della NASA. In media le eclissi lunari si verificano due volte l’anno, ma non sono tutte totali e non sono sempre visibili da un unico territorio. Esistono tre tipi di eclissi lunari: quella di penombra, che si verifica quando la Luna transita solo ed esclusivamente per la penombra della Terra senza essere occultata dall’ombra. Può essere anche penombrale parziale; quella parziale, che si verifica quando la Luna non è abbastanza vicina all’eclittica da poter transitare per l’intera ombra terrestre, quindi viene occultata solo in parte mostrando un profilo falcato; ed infine quella totale, che si verifica quando la Luna transita completamente attraverso l’ombra della Terra. Questo si rende possibile dal momento che la Luna, viste le sue reali dimensioni e la sua distanza dalla Terra, assume le stesse dimensioni apparenti nel cielo. Non si verificano con un ordine particolare: un’eclissi parziale può essere seguita da una totale e viceversa. A volte, però, la sequenza è ordinata, come il caso che gli Stati uniti si apprestano a vivere. Il fenomeno viene chiamato tetrads, e fu studiato attentamente già nel secolo scorso da G. Schiapparelli, il quale notò che le serie si ripetono ogni 300 anni circa. eclissiIl 15 Aprile l’eclissi di Luna comincerà alle ore 2:00 della costa orientale, qundo il bordo della Luna entrerà nel cono dombra terrestre. La totalità si avrà in un intervallo di 78 minuti a partire dalle 3 del mattino, quando sulla costa occidentale le lancette indicheranno la mezzanotte. Tempo permettendo, la Luna assumerà la classica tonalità rossastra e sarà visibile su tutto il Nord America. Il fenomeno della Luna rossa è dovuto al fatto che il nostro pianeta, frapponendosi tra il sole e il suo magico satellite, impedisce ad alcune frequenze di raggi solari di attraversare l’atmosfera terrestre. Avviene così che riescono a passare e a raggiungere la luna solo quelle più basse, corrispondenti appunto alla colorazione rossa. Di qui lo spettacolo senza precendenti che ci regala il cielo.

Sole e Terra