Medicina: a breve il secondo tentativo di trapianto di cuore artificiale

cuoreDopo il primo insuccesso, l’azienda biomedica francese Carmat ha dichiarato che fra qualche settimana tentera’ nuovamente di impiantare un cuore artificiale in un altro paziente. I cuori artificiali sono finora stati utilizzati solo come rimedi temporanei per pazienti con problemi cardiaci cronici, ma la Carmat ha intenzione di creare un dispositivo che possa resistere a lungo termine, tanto da poter dimettere i pazienti e farli tornare alla loro vita.

La compagnia sta ancora aspettando i risultati relativi al primo tentativo su un uomo di 76 anni, morto due mesi dopo il trapianto. L’azienda spera di riuscire a impiantare quattro cuori artificiali e se tutti i pazienti sopravviveranno almeno un mese l’esperimento potra’ dirsi un successo.